Carovana per il Lavoro a Milano e hinterland

Corteo motorizzato tra le varie fabbriche in lotta dell’hinterland milanese. CUB: “Unificare le lotte per il lavoro per impedire i licenziamenti, estendere gli ammortizzatori sociali, garantire l’80% del salario perso”.

 

 

Milano, 10 febbraio 2009. Come le antiche processioni testimoniavano un percorso non soltanto materiale, per venerdì 12 febbraio la Confederazione Unitaria di Base, con lo slogan “Questa lotta è la mia lotta”, organizza una carovana per il lavoro che toccherà le più importanti fabbriche in lotta dell’hinterland milanese (vedi percorso), con due camper, un bus da 50 posti, alcune macchine e un furgone, con distribuzione di vin brulé e the caldo.

 

A dispetto di chi ancora afferma che la crisi non esiste, In tutte le zone e in tutti i settori del paese le mobilitazioni in difesa del posto di lavoro da parte di lavoratori, vittime predestinate della crisi di un sistema che dopo averli lungamente spremuti ora intende farli fuori senza tante cerimonie, sono la risposta alla pesante caduta produttiva del settore manifatturiero dovuta a una crisi finanziaria che ha determinato una caduta dei consumi interni, la ristrutturazione strisciante di molte aziende, già parte di un sistema debole e polverizzato.

 

Nel 2009, un periodo in cui sono state concesse ben 9.180 milioni di ore di cassa integrazione, solo in Lombardia circa 200 milioni, sono andati complessivamente persi oltre 400.000 posti di lavoro, oltre alle altre migliaia perdute per risoluzione di contratti di collaborazione, o a partita Iva, non censite, la CUB propone a tutte le aziende in lotta di unirsi per costruire un livello più alto e più generalizzato di intervento, con una serie di obbiettivi rivendicativi verso le aziende e istituzioni.

 

La piattaforma proposta riguarda il blocco dei licenziamenti, l’assunzione a tempo indeterminato dei precari, l’estensione degli ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori con mantenimento dell’intera retribuzione, la gratuità delle mense scolastiche e degli asili nidi, e il canone sociale per i bassi redditi.

 

Questa piattaforma, volta al contenimento degli effetti della crisi, va accompagnata da una riduzione generalizzata dell’orario di lavoro a parità di salario (vedi modello tedesco di salvaguardia dell’occupazione), un intervento per la trasformazione industriale verso un nuovo modello incentrato sulla sostenibilità ambientale e sul superamento delle disuguaglianze sociali, per lo sviluppo di energie rinnovabili ed ecocompatibili, il risparmio energetico e il riassetto idrogeologico del territorio, rifiutando il nucleare e diminuendo le emissioni di CO2.

 

Infine con un piano di massicci investimenti per la messa in sicurezza di luoghi di lavoro e scuole, sanzioni penali per gli omicidi e i gravi infortuni gravi sul lavoro, e un nuovo modello di mobilità delle persone e delle merci.

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

Percorso della manifestazione

 

Partenza: MILANO – ore 9 –  Via Rubattino (davanti INNSE).

via Tanzi, via Canzi, via Console Flaminio, via Muzio Scevola, via Pini, via Rombon, via Porpora, via Lulli, via Pecchio, viale Abruzzi,

Piazzale Loreto ore 9.20.

Viale Brianza, viale Lunigiana, Viale Marche, via Arbe.

Viale Sarca (Sosta davanti Mangiarotti) ore 10.30.

SESTO SAN GIOVANNI

Via Milanese, via Clerici.

BRESSO
Via Gramsci, via XXV Aprile, Via Vittorio Veneto, St.P. Valassina.

CUSANO MILANINO

Via Sormani, viale Pedretti, via Seveso.

PADERNO DUGNANO

Via Gramsci.

Via Roma, (sosta davanti Lares) ore 12.

Via Reali, via Cassina Nuova.

BOLLATE

Via S. Bernardo, via Pace, viale Lombardia, via S. Pietro, via Vittorio Veneto, via Verdi, via Trento.

ARESE

Via Varesina.

Viale Alfa Romeo (sosta davanti Alfa Romeo ) ore 13.30.

RHO

Via Arese, via Grossi, via De Gasperi, via Pace, Corso Europa, via Magenta.

PREGNANA MILANESE

Via San Gottardo, via Europa, viale Rimembranze.

Via Olivetti (sosta davanti Eutelia) ore 15.

Ritorno in via Europa.

CORNAREDO

Strada Provinciale 130, via della Repubblica, Strada Padana Superiore N° 11.

Per la Strada statale N° 11 si attraversano i comuni di Bareggio, Sedriano, Vittuone, Corbetta e Magenta

MAGENTA

Corso Europa, via Espinasse,

Viale Piemonte (sosta davanti Novaceta) ore 16.30.

Ritorno per la stessa strada fino a Corbetta.

CORBETTA

Via Ceriani, via della Repubblica, via Rosario (St.P. 228), piazza S.Vincenzo (Cerello) via Valvassori.

ALBAIRATE

Via Cavour, via Cesare Battisti, Strada Provinciale 114.

ABBIATEGRASSO

Viale Giotto, Alzaia Naviglio Grande (St .S. 494).

Per la Strada Statale 494 si attraversano i comuni di Vermezzo e Gaggiano.

TREZZANO SUL NAVIGLIO

Via Leonardo da Vinci, via Pergolesi.

Via Boccaccio (sosta davanti Maflow) ore 18.

——————————————————————————————-

Confederazione Unitaria di Base

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *