“E tu conoscerai la verità, e la verità ti renderà libero” Giovanni 8:32

Qui non siamo di fronte al consueto scaldaletto di provincia.

 

Qui non c’è il solito parroco che ha messo in cinta una parrocchiana oppure una disinvolta ragazzina e un giovane prete.

Qui stiamo parlando di persone adulte che hanno utilizzato la loro posizione per ottenere favori sessuali o che hanno violentato minori e bambini piccoli. Qui siamo di fronte a reati estremamente gravi. Reati per i quali, per altri accusati, si sarebbe preteso forca e castrazione.

Non solo.

Questi reati sono stati nascosti. Le vittime e i testi sono stati subornati, ricattati e costretti al silenzio. I colpevoli non solo l’hanno fatta franca, ma hanno avuto la possibilità di reiterarli in altri luoghi e sempre con la copertura dei loro superiori.

Si sono commessi reati per coprire altri reati che a loro volta ne hanno prodotto altri.

Gli alti papaveri vaticani e i loro accoliti possono invocare tutte le scuse e i complotti di questo mondo, ma lo scandalo e i reati restano.

 

Dott. Claudio Giusti

 

http://www.osservatoriosullalegalita.org/special/penam.htm

Membro del Comitato Scientifico dell’Osservatorio sulla Legalità e i Diritti, Claudio Giusti ha avuto il privilegio e l’onore di partecipare al primo congresso della sezione italiana di Amnesty International ed è stato uno dei fondatori della World Coalition Against The Death Penalty.

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.