“Tagli ai trasposti drammatici per i pendolari”

I tagli della manovra del Governo sono drammatiche per i pendolari. La Regione Lazio deve agire con forza per scongiurarli.

LEGAMBIENTE LAZIO
Comunicato stampa

TAGLI MANOVRA GOVERNO SONO DRAMMATICI PER I PENDOLARI
LA REGIONE DEVE AGIRE CON FORZA PER SCONGIURARLI

LEGAMBIENTE SCRIVE A POLVERINI: CONVOCARE SUBITO TAVOLO CONFRONTO

“Il taglio per i treni pendolari contenuto nella manovra del Governo sarebbe drammatico. Per il Lazio in materia di “Servizi ferroviari di interesse regionale e locale in concessione”, applicando i parametri di proporzionalità stabiliti dalla Legge 59/1997 alle voci all’allegato 1 della manovra, i fondi a disposizione si ridurrebbero per l’anno 2011 a 86,32 milioni di Euro, mentre nel 2010 sono stati di 266,1 milioni di Euro. Un taglio netto del 67,5%, due terzi in meno. Per la Regione sarebbe impossibile colmare il divario, non basterebbero fondi propri né assurdi aumenti dei biglietti del trasporto pubblico”. Inizia così la lettera inviata oggi dal presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati, alla presidente della Regione Lazio Renata Polverini, all’assessore regionale ai Trasporti Francesco Lollobrigida, al direttore di Trenitalia Lazio Aniello Semplice e ai Comitati dei pendolari.

“Per i treni il conto è presto fatto -prosegue la lettera- oggi sono 963 i convogli che ogni giorno viaggiano sui 1.012 km della rete ferroviaria regionale, grazie al nuovo contratto di servizio stipulato pochi mesi fa tra la Regione Lazio e Trenitalia, per un valore complessivo di 320 milioni di euro all’anno dei quali 215 erogati dalla Regione stessa; dal 2011 ci chiediamo allora se i cittadini del Lazio rischiano di dover rinunciare a seicento collegamenti ferroviari ogni giorno. Stessa storia che si potrebbe ripetere nel 2012 e nel 2013. Tenendo anche conto che peraltro potrebbero allargarsi anche al trasporto extraurbano su gomma e al Trasporto Pubblico Locale in generale, visti gli altri tagli spalmati su diverse voci per un totale nazionale di ulteriori 217 milioni di euro”.

“Sono ipotesi assurde che vanno scongiurate immediatamente -conclude il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati- continuando il lavoro che le Regioni stanno compiendo nel tavolo con il Governo, ma anche allargando subito il confronto ai cittadini, alle associazioni, ai comitati dei pendolari, alle parti sociali, aprendo un tavolo sul tema”.

Roma, 16 giugno 2010
Ufficio Stampa Legambiente Lazio

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.