“Giorno contro la pena di morte” a Faenza

“Uno strano frutto, un amaro raccolto. La pena di morte negli Stati Uniti e Giappone e strategie per l’abolizione”. Faenza, 8 ottobre 2010 – ore 20:30.

 

World Day Against the Death Penalty

 

 

venerdì 8 ottobre ore 20:30

Faenza, Palazzo Manfredi, Piazza del Popolo 31, Sala Bigari

Uno strano frutto, un amaro raccolto.

La pena di morte negli Stati Uniti e Giappone

e strategie per l’abolizione.

 

Discussione con Yukari Saito

(rappresentante della associazione abolizionista giapponese Forum 90

e del centro di documentazione Semi Sotto la Neve) e

Claudio Giusti

(co-fondatore della World Coalition Against the Death Penalty)

Organizzato da Claudia Caroli, Alessia Bruni, Cristiana Bruni e Claudio Giusti

in collaborazione con Amnesty International gruppo Italia 193 Imola

e con Legambiente Faenza

 

 

 

 

 

venerdì 8 ottobre, ore 10:00 Faenza

Museo Internazionale delle Ceramiche

Uno strano frutto, un amaro raccolto:

la pena di morte in Italia, Usa e Giappone

 

Relazioni di:
Christine Weise,

Presidente della Sezione Italiana di Amnesty International

“La pena di morte nel mondo”

Alessandro Luparini,

del Centro Archivi del Novecento di Ravenna

“L’abolizione della pena di morte nel Regno d’Italia (1861-1890)”

Claudio Giusti,

del Comitato Scientifico dell’Osservatorio sulla Legalità e i Diritti 

“Stati Uniti d’America: dal linciaggio alla pena di morte”

“Il cappio giapponese: un nodo di potere difficile da sciogliere”

Yukari Saito, rappresentante dell’associazione abolizionista giapponese

Forum 90 e del centro di documentazione Semi Sotto la Neve

e Claudia Caroli, segreteria dell’organizzazione abolizionista PeACE

 

Letture, danze e commenti musicali:

Roberto Bartoli, Marco Boschi, Valentina Caggio, Andrea Pedna,

Paola Sabbatani, Renato Ciccarelli, Sabrina Ciani, Fabrizio Morselli 

Organizzato dal Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza (MIC)

e da Claudia Caroli, Alessia Bruni, Cristiana Bruni e Claudio Giusti

 

 

 

 

World day for the abolition of the death penalty

 

Friday 8th October:

• 20:30 Faenza  • Palazzo Manfredi, Piazza del Popolo 31, Sala Bigari

A strange fruit, a bitter crop.

The death penalty in the USA and Japan

and strategies towards the abolition.

 

Conversation with Yukari Saito

(member of the Japanese abolitionist association Forum 90 and of the centre of documentation “Semi Sotto la Neve”)

and Claudio Giusti (co-founder of the World Coalition Against the Death Penalty)

Organized by Claudio Giusti, Claudia Caroli, Alessia Bruni, Cristiana Bruni in collaboration with Group Italy 193 of Amnesty International Imola and with Legambiente Faenza

Friday 8th October:

• 10:00 Faenza • Museo Internazionale delle Ceramiche viale Baccarini 19

A strange fruit, a bitter crop.

The death penalty in Italy, the US and Japan

 

Talks by:

Christine Weise

President of the Italian Section of Amnesty international

“The death penalty in the world “

 

Alessandro Luparini

from Centro Archivi del Novecento of Ravenna

“The abolition of death penalty in the Kingdom of Italy (1861-1890)”

 

Claudio Giusti

member of  Comitato Scientifico dell’Osservatorio sulla Legalità e i Diritti

“United States of America: from lynching to the death penalty”

 

Yukari Saito

member of the Japanese abolitionist association Forum 90

and of the documentation centre Semi Sotto la Neve

and Claudia Caroli

Secretariat of the abolitionist association PeACE

“The Japanese noose: a knot  of power difficult to loose”

 

Readings, dances and music by:

Roberto Bartoli, Marco Boschi, Valentina Caggio, Andrea Pedna,

Paola Sabbatani, Renato Ciccarelli, Sabrina Ciani, Fabrizio Morselli

Organized by Museo Internazionale delle Ceramiche of Faenza (MIC)

together with Claudio Giusti, Claudia Caroli, Alessia Bruni, Cristiana Bruni.

 

 

 

 

Dott. Claudio Giusti

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.