Un sms per garantire cibo al Sud del mondo

Un sms solidale al numero 45509 per donare 2 euro ad ActionAid e promuovere il diritto al cibo nel Sud del mondo. Fino al 24 ottobre 2010.

 

COMUNICATO STAMPA

ACTIONAID: FINO AL 24 OTTOBRE, UN SMS PER L’INDIA

Un sms solidale al numero 45509 per donare 2 euro ad ActionAid e promuovere il diritto al cibo nel Sud del mondo.

Oggi quasi un miliardo di persone soffre la fame. Un numero destinato a crescere se non si agirà in fretta. Per questo motivo, ActionAid ha lanciato “Operazione Fame”, campagna realizzata in favore del diritto al cibo attraverso la quale l’organizzazione e suoi sostenitori chiedono a governi e istituzioni internazionali di cambiare le politiche ingiuste causa dell’emergenza umanitaria più grave al mondo: la fame.

Per sostenere la campagna, fino al 24 ottobre 2010 sarà possibile inviare un sms solidale di 2 euro al numero 45509 da tutti i cellulari Tim, Vodafone, Wind e 3 o chiamare lo stesso numero da rete fissa Telecom. Il ricavato finanzierà un progetto di sviluppo in India, nel contesto urbano di Bangalore e nei distretti di Shimoga e Davengere, dove ActionAid lavora dal 1972.

Bangalore è per noi occidentali il simbolo della Nuova India tecnologica e dinamica. Ma l’80% dei suoi abitanti vive al di sotto della soglia della povertà e si stima che i sieropositivi siano ben il 2% della popolazione. Insieme a Milana, Ong partner locale di ActionAid, l’organizzazione supporta le fasce più vulnerabili della popolazione nella lotta per la sopravvivenza, organizzando attività di accoglienza, supporto medico e l’avvio di piccole attività di microcredito. In particolare, il progetto ha lo scopo di garantire la sicurezza alimentare di una comunità composta principalmente da donne allontanate dalla famiglia a causa della loro sieropositività e da bambini al di sotto degli 11 anni orfani a causa dell’HIV.

Il 16 ottobre sarà la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. “I dati indicano un ritorno ai livelli precedenti la crisi alimentare del 2009”, dichiara Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid, “per raggiungere l’obiettivo di dimezzare il numero di affamati entro il 2015, i leader mondiali dovranno impegnarsi nei prossimi cinque anni a strappare dalla morsa della fame 100 milioni di persone l’anno”. Con “Operazione Fame”, ActionAid vuole lanciare un segnale forte all’opinione pubblica italiana e sensibilizzarla sulla gravità del problema fame, una tragedia che causa più vittime dei disastri naturali, malattie e guerre, ma che si può sconfiggere. Perché la fame non è una catastrofe naturale ma il frutto di scelte scorrette da parte di imprese, governi, organizzazioni internazionali e della mancanza di volontà politica.

In allegato, la sintesi dello Scorecard Report 2010 – rapporto internazionale di ActionAid che valuta le politiche di 28 Paesi in via di sviluppo e 22 Paesi OCSE in tema di lotta alla fame -, l’immagine della Campagna “Operazione Fame” e le fotografie del progetto in India.

ActionAid è un’organizzazione indipendente impegnata nella lotta alle cause della povertà e dell’esclusione sociale da oltre 30 anni. Nei 66 paesi in cui è presente, ActionAid coinvolge in programmi di sviluppo circa 23.5 milioni di persone, contribuendo alla realizzazione di quasi 1000 progetti in collaborazione con oltre 2300 partner tra organizzazioni di base, associazioni e ONG locali. In Italia, l’organizzazione ha oltre 141.310 sostenitori economici attivi, centinaia di attivisti organizzati in oltre 19 Gruppi Locali dislocati su tutto il territorio nazionale.

Altre informazioni:
www.operazionefame.it

www.actionaid.it
End poverty. Together.

ActionAid is an international anti-poverty
agency working in over 40 countries, taking
sides with poor people to end poverty and
injustice together.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.