“No a cementificazione ex area militare a Vitinia”

Stop ad ogni ipotesi di cementificazione nell’area dismessa dai militari a Vitinia.

 

Roma, 7 ottobre 2010

Legambiente Lazio – Comunicato stampa

Stop ad ogni ipotesi di cementificazione
nell’area dismessa dai militari a Vitinia

SOPRALLUOGO DI LEGAMBIENTE CHE DARÀ PIENO SOSTEGNO ALLA RICHIESTA
DI DICHIARAZIONE DI “NOTEVOLE INTERESSE PUBBLICO” DELLA ZONA

Va stoppata ogni ipotesi cementificatoria sui 50 ettari di splendida campagna romana dell’ex deposito militare carburanti a Vitinia: è una zona collinare di grande pregio naturalistico, paesaggistico e archeologico che deve assolutamente essere resa fruibile alla collettività come parco pubblico, a beneficio di un quartiere assolutamente sprovvisto di verde. Per questo sosterremo con forza la richiesta al Ministero per i Beni culturali e alla Regione Lazio di avviare il procedimento per dichiarare questa zona ‘di notevole interesse pubblico’, in modo da metterla al riparo una volta per tutte dai rischi provocati dal declassamento della vincolistica e dai tentativi dei militari di darla in pasto ai costruttori in cambio della realizzazione di nuovi alloggi alla Cecchignola”. È quanto afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, dopo aver compiuto un sopralluogo nell’area degli ex depositi militari insieme all’associazione “ViviamoVitinia”.

Ufficio stampa Legambiente Lazio

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *