Riprendono gli esperimenti sui macachi

Per due anni abbiamo combattuto con tutte le nostre forze questa difficile battaglia legale, scientifica ed etica: siamo riusciti a far sospendere l’esperimento per due volte […].

condividi la newsletter
Seguici su facebook Seguici su twitter Condividi via email

MACACHI: RIPRENDONO GLI ESPERIMENTI

Per due anni abbiamo combattuto con tutte le nostre forze questa difficile battaglia legale, scientifica ed etica: siamo riusciti a far sospendere l’esperimento per due volte – una cosa che nel nostro Paese non era mai successa – mostrando cosa succede dentro a quei laboratori, con i soldi dei cittadini. Hanno provato a intimidirci, ma non ci siamo mai fermati, forti anche del sostegno della società civile, delle 440 mila persone che ci hanno affiancato. Dalla parte dei macachi. Di una scienza giusta.

Il Consiglio di Stato ha deciso che gli esperimenti sui macachi possono riprendere: una sconfitta per la ricerca, per i malati e per gli animali.

Anche se abbiamo perso questa battaglia, continueremo a batterci fino a che l’ultimo animale rinchiuso in un laboratorio non sarà libero. #CIVEDIAMOLIBERI

LO SAI CHE #AMAREFABENE?

Dopo una vita rinchiusi, per Tao Mao, Tommaso, Leo, Poldo, Susy, si è realizzato il sogno di una famiglia!
Finalmente vivranno ricoperti di cure e attenzioni, in una casa e non più un rifugio. Ma ci sono ancora tanti cani e gatti che aspettano una famiglia. Scegli di fare la differenza per uno di loro: Greenie, Jane Austin, Desirée, il duo Cindy&Dorina ti aspettano! Vieni a conoscere le loro storie e quelle di tutti gli animali che abbiamo salvato e di cui ci prendiamo cura. Scoprirai quanto #AMAREFABENE!

ADOTTA vai al sito

ALLA SBARRA IL KILLER DEI GATTI

Sono sue le impronte digitali trovate nel garage degli orrori di San Sisto, una frazione di Perugia, dove furono trovate 4 maschere in pelle fatte con teste di gatto scuoiate, e altre parti di animali conservate in un vaso, ma anche una ghigliottina e vari strumenti di tortura. L’elemento di prova è emerso nel corso dell’udienza di gennaio a carico dell’imputato. L’uomo è già stato condannato per aver ucciso e torturato un gatto, poi appeso sul cancello di una scuola: LAV era parte civile e ci batteremo con i nostri legali perché anche questo processo si concluda con una severa condanna. Aiutaci contro chi maltratta gli animali.

DONA ORA vai al sito

DALLA PARTE DEGLI ORSI, SEMPRE!

KJ2, uccisa nel 2017: per rendere giustizia a lei e ai suoi cuccioli rimasti orfani, abbiamo portato in tribunale il Presidente della Provincia e il direttore del Servizio foreste. Entrambi a processo per uccisione di animale. Poi c’è JJ4, che si era “scontrata” con due cacciatori: per questo la volevano prima uccidere e poi catturare, ma siamo riusciti a fermarli. E ultimi, ma non per importanza, gli orsi imprigionati nel Casteller. M49, M57 e DJ3. Per loro ci stiamo battendo in Procura: i nostri avvocati lavorano ogni giorno per garantirgli la libertà di essere orsi. Aiutaci anche tu.

SOSTIENICI vai al sito

A SAN VALENTINO REGALA AMORE CON DEXTER!

A San Valentino fai un regalo alla persona che ami e sostieni la libertà degli orsi trentini.
Acquistando un gioiello della collezione #LoveMe di Dexter, contribuirai alla nostra campagna per liberare gli orsi del Trentino. Dexter, infatti, devolverà parte del ricavato a LAV per sostenere la nostra battaglia dalla parte degli orsi.
Puoi scegliere il tuo gioiello Dexter tra tre varianti proposte: l’impronta dell’orso, con la sua sagoma intera, o in piedi. Sorprendi chi ami con un dono dal valore doppio.

SAN VALENTINO vai al sito

Seguici sui social
Seguici su twitter Seguici su twitter Seguici su facebook Seguici su Instagram

Sede Nazionale LAV | Viale Regina Margherita, 177 00198 Roma
tel. 06 446.13.25 | mail: info@lav.it | web: www.lav.it

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi