Tribunale ucraino autorizza arresto dell’ex presidente Yanukovich per aver firmato gli accordi di Kharkiv

Secondo gli investigatori, l’ex presidente ucraino “in collusione” con l’ex primo ministro dell’Ucraina Mykola Azarov ha causato danni alla sovranità, all’integrità territoriale e alla capacità di difesa del paese.

Il tribunale di Kiev ha disposto l’arresto per l’ex presidente ucraino Viktor Yanukovych per la firma degli accordi di Kharkiv sul dispiegamento della flotta russa del Mar Nero in Crimea e per “tradimento”. Lo ha annunciato lunedì l’ufficio del procuratore generale dell’Ucraina.

Il 21 aprile 2010, mentre si trovava nella città di Kharkiv, l’ex presidente (deposto a seguito del golpe del 2014) firmò un accordo tra l’Ucraina e la Federazione Russa, secondo il quale veniva estesa per 25 anni la permanenza della flotta di Mosca nel Mar Nero, in territorio ucraino.

Secondo gli investigatori, Yanukovich “in collusione” con l’ex primo ministro ucraino Mykola Azarov ha danneggiato la sovranità, l’integrità territoriale e la capacità di difesa del paese contribuendo ad aumentare il numero di truppe russe in Crimea , il loro ri-equipaggiamento e la modernizzazione.

L’11 marzo 2021, il Consiglio di difesa nazionale dell’Ucraina aveva incaricato il servizio di sicurezza di scoprire le circostanze della ratifica degli accordi di Kharkiv del 2010 sulle condizioni per il soggiorno della flotta russa del Mar Nero in Crimea. Il 20 ottobre 2021, il tribunale distrettuale di Pechersk di Kiev aveva quindi deciso di arrestare Azarov in contumacia in relazione alle accuse di tradimento nel caso della sottoscrizione degli accordi di Kharkiv nel 2010.

Accordi di Kharkiv

Il 21 aprile 2010, i presidenti di Ucraina e Russia firmarono gli accordi a Kharkiv sulle condizioni per la permanenza della flotta del Mar Nero della Federazione Russa in Crimea, estesa dal 2017 per 25 anni. Nel quadro degli accordi di Kharkiv, furono raggiunti anche accordi per ridurre il prezzo del gas russo del 30%, ma non più di $ 100 per mille metri cubi. Il 27 aprile 2010, i deputati della Verkhovna Rada ratificarono detti accordi.

Il 28 gennaio 2021, il servizio stampa dell’Ufficio statale di indagine aveva riferito dell’incriminazione dell’ex presidente dell’Ucraina Viktor Yanukovych con l’accusa di tradimento, spiegando che gli accordi di Kharkiv hanno danneggiato la sovranità, l’integrità territoriale e l’inviolabilità dell’Ucraina, nonché lo stato e la sicurezza economica del paese. Secondo gli avvocati dell’ex presidente esiste il tentativo di persecuzione politica nei confronti di Yanukovych

Dopo la riunificazione della Crimea con la Russia nel 2014, il presidente russo Vladimir Putin firmò una legge che pose fine a tutti gli accordi con l’Ucraina sulla flotta del Mar Nero, incluso il trattato del 2010.

KYIV, 23 maggio. /TASS/

(traduzione e rielaborazione testo: ambienteweb.org – ci scusiamo per eventuali imprecisioni)

Il tribunale in Ucraina ha dato il permesso per l’arresto di Yanukovych per aver firmato gli accordi di Kharkiv – Incidenti – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi