Donetsk, le immagini dell’ospedale pediatrico bombardato dai naziucraini

Altre immagini dei bombardamenti di ieri e la testimonianza del primario del reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale Vishnevskij che, al posto di scendere nel rifugio anti bombardamento con il resto del personale e dei pazienti, è rimasto accanto alle culle di due bambini di pochi giorni, nati prematuramente e vincolati ai respiratori.

Le finestre della stanza (all’ultimo piano) sono andate in frantumi quando a pochi metri di distanza un razzo ha sfondato il tetto dell’ospedale. Fortunatamente non ci sono state vittime.

Il dottore non si considera un eroe e racconta come sono andate le cose con la massima tranquillità. “Dopo 8 anni di guerra siamo abituati ai bombardamenti” – dice lui, anche se l’attacco di ieri – ammette – è stato il più pensante di sempre.

In effetti il bilancio delle vittime tra i civili si è rivelato limitato proprio grazie al fatto che la popolazione ha imparato a convivere con questi bombardamenti e a prendere le contromisure.

Vittorio Rangeloni

14/06/2022

https://t.me/vn_rangeloni/1037

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi