Obbligo vaccinale: caso alla Corte UE, insidie Big Pharma

Fabio Giuseppe Carlo Carisio – 3/12/2022

VACCINI OBBLIGATORI: CASO ALLA CORTE UE, INSIDIE BIG PHARMA! PM Pitruzzella a Summit ASPEN su Brevetti Covid. Giudice Consulente di Gentiloni (DL Lorenzin pro Gates-GSK) (gospanews.net)

 

“Ora la parola passa alla Corte di Giustizia europea. Ancora da calendarizzare, infatti, l’udienza in Corte di giustizia europea sulla causa C-725/21 sollevata dal Tribunale di Padova sulla compatibilità della legislazione italiana sull’obbligo vaccinale rispetto al Regolamento Europeo n. 507/2006 e n. 953 del 2021 e agli articoli 3, 35, 41 della Carta di Nizza”.

Lo afferma Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, a seguito della pronuncia della Corte Costituzionale che ha ritenuto legittimo l’obbligo vaccinale per docenti e Ata.

“In caso di accoglimento – aggiunge il leader dell’associazione professionale e sindacale Anief -, sarà possibile adire il giudice del lavoro per disapplicazione la normativa interna ritenuta costituzionale e risarcire i ricorrenti. Pertanto, per l’ufficio legale Anief la battaglia legale continua”.

Mi avrebbe fatto molto piacere nutrire le stesse speranze del pugnace sindacalista del mondo scolastico ma siccome ho 30 anni di esperienza di cronaca giudiziaria in Italia e più di 4 di investigazioni internazionali sono costretto a spegnere subito l’ardore del suo genuino entusiasmo…

VACCINI COVID DA INOCULARE FINCHE’ MORTE NON CI SEPARI. Corte Costituzionale (come previsto) Conferma OBBLIGO voluto da NWO

Lasciamo da parte le questioni tecnico-giuridiche che elenchiamo in calce all’articolo menzionando i 7 quesiti sottoposti al giudice in relazione a un noto pronunciamento di sospensione della disposizione di allontanamento dal lavoro di un operatore sanitario di cui abbiamo scritto in precedenza.

Ed analizziamo la questione sotto un profilo di “politiche giudiziarie” proprio come abbiamo fatto in precedenza sui ricorsi alla Corte Costituzionale spiegando, già il 27 agosto, perché avrebbe bocciato le istanze di un’armata di valenti avvocati.

Nove dei 15 giudici della Consulta erano infatti stati nominati dagli stessi partiti che hanno poi approvato le leggi sull’obbligo vaccinale o dai Capi dello Stato, entrambi ex deputati del Partito Democratico che ha sostenuto gli obblighi vaccinali fin dal contestatissimo Decreto Lorenzin del 2017 per i bimbi in età scolare.

ECCO PERCHE’ LA CORTE COSTITUZIONALE DIFENDERA’ I VACCINI OBBLIGATORI. 9 Membri su 15 sono ex Ministri o Scelti dai Partiti PRO-VAX

Ebbene anche nella Corte di giustizia dell’Unione europea (useremo in seguito le sigle francese CJUE o inglese EJC) che ha il suo palazzo sul pianoro del Kirchberg, a est della città di Lussemburgo, «i giudici e gli avvocati generali sono nominati di comune accordo dai governi degli Stati membri, previa consultazione di un comitato che ha l’incarico di fornire un parere sull’adeguatezza dei potenziali candidati all’esercizio delle relative funzioni. Sono scelti tra persone che offrono tutte le garanzie di indipendenza. Per essere nominati alla Corte di giustizia, i candidati devono riunire le condizioni richieste per l’esercizio, nei rispettivi paesi, delle più alte funzioni giurisdizionali, o essere giureconsulti di notoria competenza. Per essere nominati al Tribunale, devono possedere la capacità per l’esercizio di alte funzioni giurisdizionali».

Sulla carta le intenzioni sono ottime ma nei fatti?

UE: 3 COMMISSARI E 73 DEPUTATI NELLA SOROS LIST. MOLTI PRO “NO GENDER”

Uno degli avvocati generali è strato travolto da un piccolo scandalo per aver partecipato a un summit con Farmindustria, associazione italiana coordinatrice delle Big Pharma.

Un giudice, presidente di Sezione, è stato consulente del premier Paolo Gentiloni che ha varato proprio il famigerato Decreto Lorenzin dopo un incontro a Palazzo Chigi con il plutarca George Soros, speculatore nelle Big Pharma, celebre per la lista di eurodeputati fedeli alla sua Open Society e quindi probabilmente in grado di assicurargli un posto nella Commissione Europea (come avvenuto) guidata da Ursula Von Der Leyen.

Non va dimenticato che il progetto-pilota dei 10 vaccini obbligatori fu lanciato dalla Global Health Security Agenda costituita dal presidente USA Barack Obama su sollecitazione del suo megadonor Bill Gates e fu presentato nell’autunno 2014 a Washington dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin insieme al consulente scientifico dell’ambasciata italiana Ranieri Guerra (poi nominato direttore vicari OMS e costretto a dimettersi quando fine sotto inchiesta per false dichiarazioni ai PM di Bergamo sul piano di emergenza pandemia).

Il ministro Paolo Gentiloni e il fondatore di Gavi Alliance Bill Gates il 12 settembre 2014 nel Palazzo della Farnesina a Roma

«Nell’ambito del Global Health Security Agenda, lo scorso venerdì l’Italia è stata designata quale capofila per i prossimi cinque anni delle strategie e campagne vaccinali nel mondo. A ricevere questo prestigioso incarico alla Casa Bianca a Washington, alla presenza di Barack Obama, il Ministro Lorenzin e il Presidente dell’AIFA Pecorelli che commentano: “Un importante riconoscimento scientifico e culturale internazionale per il nostro Paese”» scrisse il 28 settembre 2014 il portale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

Ciò avrebbe fatto poi arricchire la Big Pharma londinese GSK partecipata da Gates ed avvenne esattamente due settimane dopo l’incontro tenutosi a Palazzo Chigi il 12 settembre 2014 tra Gentiloni, allora Ministro degli Esteri del Governo Renzi, e lo stesso Gates, imperatore mondiale dei vaccini ora accusato da un’inchiesta giornalistica internazionale di aver fatto attività di lobbying su politici e funzionari pubblici dell’Unione Europea…

WUHAN-GATES – 59. BILL III Imperatore di Virus & Vaccini: $8,3 Milioni per Lobbizzare Governi UE-USA con le sue ONG

L’AVVOCATO GENERALE DELLA CORTE DI GIUSTIZIA NELL’OCCHIO DEL CICLONE

Essendo pressoché impossibile verificare il curriculum vitae dei 38 membri ci siamo focalizzati su quelli italiani scoprendo, guarda caso, che uno dei 10 avvocati generali della CJUE è il professore siciliano Giovanni Pitruzzella che è stato nominato l’8 ottobre 2018 nonostante fosse ancora pendente davanti al Giudice delle Indagini di Messina un procedimento penale nei suoi confronti per “corruzione in atti giudiziari” da cui fu poi prosciolto con qualche difficoltà (cinque richieste di archiviazione e otto anni di indagini).

Davvero l’Italia non aveva nessuno migliore da scegliere?

Forse sì, visto che nel 2015 l’avvocato Pitruzzella, professore di diritto costituzionale e della concorrenza all’Università LUISS Guido Carli a Roma, quella dove si forgiano molti Massoni come il banchiere a cui è intitolatanon riuscì nemmeno a entrare nella Corte Costituzionale come avrebbe voluto l’allora leader di Scelta Civica Mario Monti (già Goldman Sachs azionista di Pfizer) e una parte del centrodestra che nel 2011 (Berlusconi premier) lo aveva nominato alla guida dell’Antitrust (Autorità garante della concorrenza e del mercato italiana) su indicazione del presidente del Senato Renato Schifani, suo collega avvocato e suo mentore siciliano che fu indagato per concorso esterno in associazione mafiosa,[40] ma la sua posizione fu poi archiviata dopo 15 anni dal gip di Palermo su proposta dei pm il 29 ottobre 2014.[41]

UE FINANZIA STUDI SU GRAFENE IN CERVELLO E VACCINI… E I FACT-CHECKER PER CELARLI! €70 Milioni a Piano EDMO e a Media Italiani di Massoni & Bilderberg

Non avremmo menzionato questi episodi se Schifani non avesse, solo su Wikipedia, 27 note nel capitolo “controversie” riferite a molteplici pesanti e ambigue vicende e sono fosse diventato, dal 13 ottobre 2022, presidente della Regione Sicilia grazie ai voti di Forza Italia che è stato uno dei primi partiti a invocare i vaccini obbligatori anche per gli operatori scolastici dopo quelli imposti dal premier Mario Draghi (con l’aiuto del Ministro della Giustizia Marta Cartabia, già giudice della Corte Costituzionale che legittimò i vaccini sui bambini del Decreto Lorenzin).

Non avremmo accennato ai precedenti giudiziari di Pitruzzella se nel febbraio scorso non fosse incappato nuovamente nella rete di una Procura della Repubblica che ne ha chiesto il rinvio a giudizio.

IN ARRIVO VACCINI OBBLIGATORI A SCUOLA! Dopo la proposta della Senatrice di Berlusconi

Ma la sua effervescente storia di conflitti d’interessi tra pubblico e privato ha fatto scalpore nella stessa Corte di Giustizia dell’Unione Europea nel marzo 2021 quando fu costretto a dimettersi da vicepresidente dell’Aspen Institute, nello stesso anno in cui l’attuale premier Giorgia Meloni entrò in questo think tank americano sponsorizzato dalla Fondazione Rockefeller che è stata la prima a sostenere il piano di immunizzazione della Gavi Alliance di Bill Gates e le ricerche sui coronavirus potenziati in laboratorio con cui è stato creato il SARS-Cov-2 della pandemia, come evidenziato nell’inchiesta WuhanGates n. 62.

INCHIESTA DELLA PROCURA EUROPEA SUI VACCINI COMPRATI DALLA VON DER LEYEN. Poi Premiata da Bill Gates, Imperatore delle Big Pharma

A indurlo alle dimissioni fu una patata bollente catapultata dall’Italia al Lussembrugo tra le mani del Presidente della CJUE, il belga Koen Lenaerts che tra i tanti prestigiosi incarichi in ambito europeo è anche membro del Comitato Editoriale della rivista “European State Aid Law Quarterly” accanto a Leo Flynn, principale consigliere legale della Commissione Europea presieduta da Ursula Von Der Leyen, ora sotto inchiesta della Procura Europea per gli acquisti sospetti e segreti dei sieri genici antiCovid della Pfizer.

Ebbene lo stimato giudice belga ricevette la segnalazione che l’AG della CJUE avvocato Pitruzzelli aveva «partecipato a un evento sui brevetti sui vaccini co-ospitato da un gruppo di pressione dell’industria farmaceutica. L’evento – una tavola rotonda online il 22 marzo 2021 – è stato ospitato dall’Aspen 23 Institute Italy in collaborazione con Farmindustria, il gruppo di pressione del settore farmaceutico italiano».

[…]

L’articolo integrale qui: VACCINI OBBLIGATORI: CASO ALLA CORTE UE, INSIDIE BIG PHARMA! PM Pitruzzella a Summit ASPEN su Brevetti Covid. Giudice Consulente di Gentiloni (DL Lorenzin pro Gates-GSK) (gospanews.net)

Per leggere in sintesi tutti i retroscena del SARS-Cov-2 da laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi