“I Cittadini contro gli Inquinatori”

I leader hanno deluso il mondo intero a Copenaghen lo scorso fine settimana. Ma un gruppo stava stappando lo champagne – i lobbisti dell’industria inquinatrice che hanno spinto i nostri politici verso il fallimento.

La lobby dell’industria inquinante ha fermato un vero accordo a Copenaghen, e adesso stanno cercando di ridurre al silenzio il nascente movimento per il clima citando in giudizio dei giovani attivisti. Hanno già raccolto $750,000 per il loro sforzo intimidatorio — se 20,000 di noi daranno ciascuno una piccola somma, dimostreremo che le loro tattiche si ritorceranno contro di loro, e mostreremo ai politici che l’azione dei cittadini può sconfiggere gli inquinatori. Clicca in basso per contribuire:

I leader hanno deluso il mondo intero a Copenaghen lo scorso fine settimana. Ma un gruppo stava stappando lo champagne – i lobbisti dell’industria inquinatrice che hanno spinto i nostri politici verso il fallimento. Gli inquinatori hanno soltanto una preoccupazione adesso: noi.

Recentemente alcuni giovani ambientalisti (sostenuti dalle donazioni online di Avaaz!) hanno osato sfidare la più potente lobby di inquinatori, la Camera di Commercio degli Stati Uniti, contribuendo a mettere in scena una conferenza stampa satirica nella quale si annunciava che la Camera aveva deciso di aiutare a combattere il cambiamento climatico.

La risposta della lobby inquinatrice? Una pesantissima azione legale che cita in giudizio questi giovani attivisti e potrebbe richiedere loro forti somme di denaro. Gli esperti dicono che un’azione legale come questa è estremamente rara. È pensata per mandare un messaggio agghiacciante al nostro movimento e ridurre al silenzio tutti coloro che vorrebbero parlare.

Mandiamo loro un messaggio di risposta. La Camera ha già raccolto $750,000 dalla grande industria americana che la vuole aiutare a lanciare questo attacco – Se 20.000 di noi offrono solo una piccola somma ciascuno per contribuire al nostro sforzo per stare dalla parte degli ambientalisti, potremo superarli – mostrando che la loro intimidazione si ritorcerà contro di loro! Mostriamo alla lobby inquinatrice che non ci lasceremo ridurre al silenzio, e mostriamo ai politici che il futuro appartiene ai cittadini, non agli inquinatori:

https://secure.avaaz.org/it/people_vs_polluters

Il vertice di Copenaghen è fallito in primo luogo perché i grandi inquinatori USA e Cina volevano un accordo debole. Il Presidente Obama è stato pesantemente forzato da un Congresso americano catturato dai lobbisti. La Camera è un gruppo schierato in prima fila in favore delle più grandi compagnie nella lobby inquinatrice, comprese compagnie petrolifere e del carbone come la Exxon Mobil. Erano i maggiori sostenitori del presidente George W. Bush, ed hanno speso centinaia di milioni di dollari per bloccare i tentativi di Obama al cambiamento. La Camera pretende di rappresentare le imprese americane, tuttavia molte grandi aziende (come Apple, Nike e Microsoft) si sono opposte alle sue posizioni in favore degli inquinatori riguardo il cambiamento climatico.

Mentre i cittadini sono scesi in piazza in massa a Copenaghen, la lobby degli inquinatori lavorava nell’ombra, le loro voci erano chiare e forti soltanto nelle orecchie dei nostri politici. Per ottenere l’accordo sul clima di cui abbiamo bisogno, dobbiamo portare allo scoperto la loro influenza, opporci alle loro tattiche intimidatorie, e mandare un segnale agli altri che è arrivato il momento, una volta per tutte, di opporci ai malvagi che tengono in ostaggio il nostro pianeta:

https://secure.avaaz.org/it/people_vs_polluters

Nel nostro viaggio insieme come comunità Avaaz, abbiamo affrontato i dittatori in Birmania e Zimbabwe, politici che non mantenevano le loro promesse in Europa e Nord America, e le forze dell’estremismo in Medio Oriente. Ma la Camera è in qualche modo la più potente e pericolosa avversaria che abbiamo affrontato. Qualcuno ha consigliato ad Avaaz di stare tranquilla in questo frangente, per proteggere la nostra stessa organizzazione. Ma insieme al pericolo si presenta un’opportunità, e se il potere dei cittadini può sconfiggere anche la lobby industriale più potente del mondo, lanceremo un messaggio molto più ampio, che un nuovo mondo, quello che tutti noi cerchiamo, si sta facendo strada. .

Con speranza,

Ricken, Ben, Iain, Alice, Graziela, Luis, Paul, Taren, Sam, Pascal, Benjamin, Paula, Milena e l’intero team Avaaz.

PS – Ecco alcuni link per maggiore informazione:

New York Times — “Way behind the curve” – the NYT savages the Chamber’s position on climate change:
http://www.nytimes.com/2009/09/30/opinion/30wed3.html

Washington Post — “The U.S. chamber vs honesty” – the Post is scathing about the Chamber’s tactics:
http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2009/10/26/AR2009102602714.html

Huffington Post — “PGE Quits US Chamber of Commerce” – about large corporations leaving the Chamber because of its climate stance:
http://www.huffingtonpost.com/brendan-demelle/pge-quits-us-chamber-of-c_b_295424.html

Common Dreams – covering the satirical press conference about the Chamber:
http://www.commondreams.org/headline/2009/10/19-9

 

www.avaaz.org/it

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.