L’esito delle elezioni del 26 gennaio in Emilia-Romagna, comunicato FPC

L’avevamo già scritto in un precedente comunicato alla vigilia delle elezioni regionali in Emilia-Romagna: lo scontro vero, quello che riassumeva il significato politico della contesa era quello tra Bonaccini e Borgonzoni, il resto era contorno ininfluente ai fini della prospettiva politica a breve termine e dunque su questa base andavano valutate le scelte. L’esito dimostra dunque che la linea del Piave contro Salvini si è attestata sulla candidatura del presidente Bonaccini che ha superato molto ampiamente la prova elettorale.

Quelli che in vario modo si ostinano, in malafede, a portare il discorso su altri terreni, non hanno capito o non vogliono capire ciò che realmente è successo domenica 26 gennaio. Questo vale per i commentatori dei giornaloni di regime che interpretano il voto a Bonaccini in modo rassicurante, ma anche per coloro che, grottescamente, dall’alto dello zero virgola mostrano i muscoli per il loro risultato.

A noi, e a chi ci segue, spetta ora il compito di analizzare gli effetti del voto e discutere i nuovi passaggi.

Comunicato del Fronte Politico Costituzionale

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.