Il candidato PD Crisanti lavora al progetto milionario sulle zanzare OGM “Target Malaria” di Terni

Una caustica descrizione del professor Andrea Crisanti la fece nell’ottobre 2020 il professor Giorgio Palù innescando una polemica sul microbiologo-entomologo che «non ha mai pubblicato un lavoro di virologia. Si tratta di un esperto di zanzare – ha commentato Palù – Però quando una persona fa queste predizioni da pseudovirologi sul lockdown mi chiedo a che titolo e su che base».

In quell’autunno di emergenza Covid-19 il virologo internazionale Palù, accademico a Padova e negli Usa, emise una dura sentenza contro i lockdown auspicati invece dal dottor Crisanti, poi divenuto un accanito fans dei vaccini antiCovid tanto da meritarsi oggi la candidatura alle prossime Elezioni Politiche del 25 settembre 2022 nel Partito Democratico, il partito di maggioranza del Governo di Mario Draghi che li ha imposti a molte categorie professionali e agli over 50.

Sul piatto della bilancia delle scelte politiche ha probabilmente pesato anche la stretta collaborazione tra Crisanti e la Bill & Melinda Gates Foundation per il progetto sulle zanzare geneticamente modificate contro la malaria, avviato a Terni grazie alla collaborazione dell’allora Sindaco ed ex senatore del PD Leopoldo Di Girolamo, poi dimessosi per il commissariamento del Comune per dissesto finanziario.

Andrea Crisanti è ordinario di Microbiologia all’università di Padova, direttore del dipartimento di Medicina molecolare e dell’unità operativa di microbiologia e virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova. E’ stato per lungo tempo docente di parassitologia molecolare all’Imperial College di Londra. Sarà candidato nella circoscrizione europea.

Crisanti divenne famoso nei talk-show televisivi per le sue posizioni rigorose di contenimento sociale del virus in un momento in cui già stava diventando controllabile e curabile, soprattutto per le terapie domiciliari precoci (cortisone in primis) ignorate dalle autorità sanitarie ma via via adottate dai medici, alcuni dei quali poi sospesi (come il milanese Andrea Stramezzi) proprio per aver promosso strategie sanitarie efficaci ma contrarie ai protocolli del Ministero della Salute.

«La letalità del SARS-Cov-2 oscilla tra lo 0,3 e lo 0,6 % mentre per la SARS (2003 – ndr) era del 10 % e della MERS del 36 %, due Coronavirus che si sono estinti nel giro di un anno. Questo ci dovrebbe un po’ rasserenare invece questa “Infodemia”, cioè questa informazione che è diventata pandemica, questa paura del contagio, paura della morte: questa sì è divenuta virulenta e contagiosa. Si è perso il buonsenso, la ragionevolezza, la capacità critica di valutare i dati per quello che sono. Siamo nell’autunno della ragione» dichiarò il professor Palù intervistato da Gospa News nell’ottobre 2020.

Lo fece prima di essere nominato Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) che ha autorizzato i sieri genici sperimentali e pericolosi, come evidenziano milioni di reazioni avverse anche gravi nei paesi dell’Unione Europea e circa 77mila decessi segnalati alle piattaforme di farmacovigilanza UE (Eudravigilance) e USA (Vaers).

Palù lo sostenne ben prima di firmare una ricerca internazionale del 2022 in cui si attesta che 19 nucleotidi del SARS-Cov-2 corrispondono a un gene umano creato in laboratorio nel 2016 dalla Big Pharma americana Moderna di Cambridge, con sede nella città del celeberrimo MIT (Massachusetts Institute of Technology) dove opera una scienziata che ha pubblicato uno studio terrificante sui pericoli di alterazione del DNA e di contagiosità dei nuovi vaccini.

Moderna è diventata famosa anche per essere stata finanziata nei suoi molteplici esperimenti sui virus SARS chimerici costruiti in laboratorio non solo dal Pentagono (Dipartimento della Difesa USA) e dalle istituzioni sanitarie americane dirette da Antony Fauci ma anche dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

Tutti questi intrighi hanno indotto di recente il tenente generale Igor Kirillov, comandante delle Truppe di Difesa da Radiazioni, Sostanze Chimiche e Biologiche delle Forze Armate della Federazione Russa ha lanciare specifiche accuse contro i Democratici americani.

«l Ministero della Difesa della Federazione Russa continua ad analizzare le attività biologiche militari degli Stati Uniti e dei loro alleati in Ucraina e in altre parti del mondo, alla luce delle nuove informazioni ottenute nei territori liberati. (…) Vediamo quindi una chiara tendenza: gli agenti infettivi che rientrano nella zona di interesse del Pentagono diventano successivamente pandemici, producendo benefici economici alle aziende farmaceutiche statunitensi e ai loro protettori, i leader del Partito Democratico degli Stati Uniti».

Ma come svelò in anteprima mondiale Gospa News il primo esperimento pericoloso sul virus SARS infettato con HIV fu condotto nel 2004 dal Wuhan Institute of Virology grazie a un finanziamento del progetto EPISARS della Commissione Europea presieduta da Romano Prodi, futuro premier PD nel 2006.

Successivamente fu l’amministrazione USA Obama-Biden, attraverso l’agenzia governativa USAID, a finanziare altri esperimenti “in un affare tra Cina e USA” come rivelò anche il compianto virologo Luc Montagnier, al quale prese parte anche la Bill & Melinda Gates Foundation attraverso un contributo alla Eco Health Alliance di New York.

Grazie ad un accordo tra i Democratici americani e Italiani fu portato a compimento il progetto-pilota dei 10 vaccini obbligatori imposti dal Decreto Lorenzin nel 2017 che consentirono a GSK, Big Pharma londinese amministrata da una una direttrice di Microsoft, di fare affari d’oro grazie ai suoi laboratori in Toscana.

Perché stupirsi, quindi, se Crisanti oggi viene candidato nel Partito Democratico visto che da 5 anni è il microbiologo di fiducia di Bill Gates in Italia grazie al suo progetto sulle zanzare geneticamente modificate?

Dopo questa necessaria premessa sui macroscopici conflitti d’interessi riportiamo in calce i dettagli della sperimentazione grazie a un articolo scientifico della Fondazione Veronesi del 2021 e ad un altro più divulgativo di Umbria24 diffuso all’avvio dell’iniziativa di 5 anni fa, nel 2017.

Ovvero lo stesso anno in cui Paolo Gentiloni, premier italiano del PD fece approvare il Decreto Lorenzin dopo aver ricevuto George Soros a Palazzo Chigi e dopo l’accordo stretto nel 2014 a Washington tra gli emissari del precedente presidente del Consiglio Matteo Renzi e quelli di Obama. 

Ad enfatizzare il progetto lanciato da Crisanti con la fondazione di Gates fu Leopoldo Di Girolamo, già senatore del PD nella XIV e XVI legislatura, presidente della Provincia di Terni dal 2014 al 2016, e Sindaco di Terni dal 2009 al 2018 prima di capitolare dinanzi a un vergognoso commissariamento.

Foto del 2014 da Sinistra: Ranieri Guerra, Consigliere Scientifico Ambasciata a Washington, il Presidente dell’AIFA Sergio Pecorelli, Bill Corr, UnderSecretary for Human Health Services (HHS), il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e il Vice Ambasciatore italiano a Washington, Ministro Luca Franchetti Pardo – dal sito AIFA

«A seguito dell’avvio della procedura di dissesto finanziario dell’ente da parte della prefettura ternana, cui seguirono le pronunce della magistratura contabile e vibranti contestazioni da parte delle opposizioni e della cittadinanza, Di Girolamo annunciò ufficialmente le sue dimissioni da sindaco il 30 gennaio 2018, per poi confermarle in consiglio comunale il 16 febbraio dello stesso anno» rammenta Wikipedia.

Il 22 febbraio 2018 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, su proposta del ministro dell’interno Marco Minniti, firmò quindi il decreto di scioglimento del consiglio comunale, nominando l’ex prefetto e vicecapo della polizia Antonino Cufalo commissario straordinario per la provvisoria gestione del comune[2].

A quanto sembra le zanzare geneticamente modificate, che comportarono per il Comune di Terni già sul lastrico una spesa di 20milioni di euro, non gli portarono grande fortuna…

Ma hanno consentito al professor Crisanti, secondo quanto riportato dal Messaggero, di gestire una dote di finanziamenti per 50 milioni di euro provenienti dalla Bill & Melinda Gates Foundation. E di entrare così nelle grazie del PD…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram

IL PD CANDIDA CRISANTI: MICROBIOLOGO DELLE ZANZARE OGM DI GATES. Lavora al Progetto Milionario Target Malaria a Terni (gospanews.net)

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi