Torino forma alla nonviolenza le nuove generazioni

Dall’8 al 10 febbraio il Campus ONU di Torino ospiterà gli studenti delle scuole secondarie di primo grado vincitrici del concorso nazionale Facciamo la Pace. L’iniziativa, promossa dalla Marcia Mondiale alla Pace e la Nonviolenza (www.marciamondiale.org) e da GUNA, ha riscosso numerosissime adesioni in tutta Italia.

019-copi.jpg

Tra le centinaia di classi partecipanti al concorso nazionale sulla nonviolenza “Facciamo la Pace”, La 3B “Piero Conti” di Cilavegna (PV), la 3C “Beltrami” di Omegna (VB) e la 3B “Bernardino Luini” di Luino (VA), oltre ad una mini-delegazione di altre classi non classificate ma comunque meritevoli, giungeranno a Torino in viaggio premio, ospiti per tre giorni presso il Campus delle Nazioni Unite per partecipare ad incontri, sessioni di lavoro e dibattiti sulla nonviolenza. Un’esperienza che permetterà loro di acquisire nuove competenze e soprattutto una maggiore consapevolezza sui temi della non violenza, che – al ritorno a casa – potranno condividere con i propri coetanei sul territorio.

All’arrivo, lunedì 8, per facilitare lo scambio di esperienze, la conoscenza e l’interazione tra pari, le classi verranno smistate e suddivise in gruppi di lavoro coordinati dal portavoce europeo della Marcia Mondiale della Pace e della Nonviolenza Giorgio Schultze.

Nei tre giorni di permanenza gli 80 ragazzi potranno partecipare ai laboratori sulla nonviolenza, coordinati dal Centro Studi Umanisti nel Mediterraneo e da Mondo Senza Guerra e Senza Violenza, articolate sessioni d’incontri con i funzionari e conferenzieri del Campus ONU, proiezioni di film, visite guidate nella “Torino Nonviolenta” visiteranno la mostra “Anna Frank, una storia attuale” presso il Museo della Resistenza e incontri presso la sede dell’Istituto di Studi Militari dell’Esercito.

Il concorso è stato realizzato da La Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza (www.marciamondiale.org), grazie al sostegno di GUNA, l’azienda leader nella produzione e distribuzione di prodotti di origine biologica.

La Marcia, promossa dall’Organizzazione Internazionale Umanista Mondo senza Guerre e senza Violenza, è passata in Italia dal 7 al 12 Novembre del 2009 e si è conclusa il 2 gennaio scorso a Punta de Vacas sulle Ande dopo aver percorso in 93 giorni un totale di 160.000 km, attraversando oltre 100 paesi su tutti i continenti e proponendo ai governi di tutte le nazioni la riduzione progressiva degli armamenti, il disarmo nucleare, ed il loro impegno per promuovere delle soluzioni nonviolente ai conflitti in corso nel mondo. E’ stato il più grande evento mai realizzato per promuovere la pace e la nonviolenza.

All’avvio dell’evento, è intervenuto anche il Dr. Alessandro Pizzoccaro presidente di GUNA Spa, l’Azienda che ha adottato i 3.000 km della Marcia della Pace sul territorio italiano ed ha garantito le risorse per il concorso, dichiarando: “La nonviolenza è un fatto quotidiano, pratico, non teorico. Per questo abbiamo finanziato e supportato il concorso di idee Facciamo la Pace cui hanno partecipato centinaia di classi, con elaborati di livello eccezionale. Oggi qui si sono trovati i ragazzini che hanno avuto le idee più originali ed emozionanti, e a cui va, simbolicamente, il ruolo di ambasciatori di Pace. Spero torneranno a casa arricchiti da questa esperienza, facendo proprio il concetto della nonviolenza e orientando così il proprio futuro verso la cooperazione e la tolleranza. Ringrazio tutti gli enti coinvolti, ed anche il Ministero della Pubblica Istruzione per la preziosa collaborazione nella veicolazione del bando nelle scuole.”

Foto: Shoot for change (S4C)

 

1

pressenza2.jpg

Per Info: www.pressenza.org

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.