Padova, “Muore di Covid a casa. I vicini: era No Vax”. Ma è una bufala targata “La Stampa”

Un titolo incredibile de La Stampa di ieri segna l’apice del livello infimo di propaganda e terrore che, da due anni, perseguita i cittadini italiani.

“Malato di Covid rifiuta le cure e muore in casa a Padova. I vicini: era No Vax”.

Dopo questo messaggio di uno dei giornali del gruppo Fiat-Crysler, chiaramente la vostra mente incoscia vi fa associare il morto al “No Vax” di turno, con l’obiettivo deliberato di aumentare l’odio. Eppure coloro che decidono poi di leggere l’articolo scoprono, in realtà, che Marco Grosso, 47 anni, dipendente comunale e in ferie da qualche giorno, era in perfetto ordine con i tagliandi: vaccinato con due dosi, completate ad agosto.

Probabilmente, essendo vaccinato, si è sentito al sicuro e non ha pensato che fosse necessario curarsi in ospedale. D’altronde, altrimenti, che si era vaccinato a fare?

“La vittima, Marco Grosso, era dipendente del Comune, ed era a casa dal lavoro da qualche giorno; venerdì un’amica aveva chiesto per lui l’intervento del 118, perché era preoccupata per le sue condizioni, ma lui non aveva voluto farsi ricoverare. Sono stati i vicini a chiamare i soccorsi, perché non lo sentivano da molte ore. Stando a fonti ospedaliere, l’uomo era vaccinato, ad agosto aveva fatto la seconda dose. Al lavoro non aveva detto di essere ammalato, e si era messo in ferie da giovedì.”

E ancora: “Per precauzione l’amministrazione comunale ha deciso che tutti i lavoratori a contatto con lui fino a mercoledì siano messi in smart working. La Procura ha deciso di non procedere con un’autopsia, e saranno eventualmente l’Ulss o l’azienda ospedaliera a procedere con l’esame autoptico a fini diagnostici e scientifici. Non si conosce al momento il motivo per cui Grosso non abbia acconsentito a farsi ricoverare venerdì scorso, quando i medici si sono presentati a casa sua; l’uomo, che aveva detto di non volerli seguire in ospedale, aveva deciso di curarsi da solo. Sopra il tavolo del soggiorno sono stati trovati farmaci da banco per curare l’influenza.”

Ma nel titolo resta solo quel “I vicini ritenevano fosse un No Vax convinto”. E come vedete basta il titolo perché il tutto si trasformi in una fake news virale.

Un titolo onesto sarebbe stato: “In regola con le vaccinazioni muore di Covid a casa”. Ma il “giornalismo” italiano si sa è uno dei principali responsabili della guerra tra poveri alimentata ad arte con l’obiettivo di mettere lo stesso blocco sociale uno contro l’altro, invece di unirsi contro chi perpetua macelleria sociale ed è responsabile di una criminale gestione della pandemia. Il “no vax” è la categoria perfetta creata ad arte per perseguire quest’obiettivo.

Agata Iacono
07 Dicembre 2021

Padova, “Muore di Covid a casa. I vicini: era No Vax”. Il vergognoso titolo de la Stampa rende virale l’ennesima fake news – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi