La Croazia richiamerà tutte le truppe dalla NATO in caso di conflitto Russia-Ucraina

Allo stesso tempo, il presidente croato Zoran Milanovic ha sottolineato che questa intenzione non è in alcun modo collegata all’Ucraina o alla Russia

Le autorità croate richiameranno tutte le truppe delle forze NATO nell’Europa orientale in caso di conflitto tra Russia e Ucraina, ha dichiarato martedì in televisione il presidente Zoran Milanovic.

“In qualità di comandante in capo ho seguito da vicino le dichiarazioni che indicano che la NATO – non un paese, non gli Stati Uniti – sta rafforzando la sua presenza e inviando alcune navi da ricognizione. Non abbiamo alcuna attinenza con questo e non lo faremo hanno qualcosa a che fare con questo. Lo garantisco”, ha detto Milanovic.

“La Croazia non invierà truppe in caso di escalation. Al contrario, richiamerà tutte le truppe, fino all’ultimo soldato croato”, ha promesso.

Allo stesso tempo Milanovic ha sottolineato che questa intenzione non era in alcun modo collegata con l’Ucraina o la Russia. La decisione derivava da quelle che ha descritto come “tendenze nelle politiche interne degli Stati Uniti, condotte da Joe Biden e dalla sua amministrazione”, la cui ascesa al potere Milanovic aveva accolto con favore.

“Per quanto riguarda le questioni di sicurezza internazionale, posso vedere incoerenze e in effetti comportamenti pericolosi”, ha detto.

Milanovic ha anche menzionato i suoi oppositori politici: il ministro degli Esteri Gordan Grlic-Radman, il ministro della Difesa Mario Banozic e il primo ministro Andrej Plenkovic.

“Grlic-Radman e Banozic sono liberi di andare a Bruxelles. Per quanto riguarda l’esercito croato, la Croazia non parteciperà a questo. Non ne verrà fuori nulla. Plenkovic potrebbe minacciare la Russia quanto vuole. La Croazia dovrebbe scappare da questo come da fuoco”, ha detto Milanovic.

La Russia e gli Stati Uniti hanno avviato colloqui sulle garanzie di sicurezza della NATO a Mosca, compresa la non espansione dell’alleanza e il ritiro delle armi d’attacco. Ci sono già stati diversi cicli di consultazioni in formati diversi, ma non sono stati ancora annunciati accordi.

Tuttavia, l’Occidente continua a sostenere che la discussione è chiamata a sconvolgere i presunti preparativi per un’invasione russa dell’Ucraina.

Il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov ha ripetutamente respinto tali voci come infondate alimentazioni di tensioni. Ha sottolineato che la Russia non rappresenta una minaccia per nessuno. Allo stesso tempo, Peskov ha indicato un certo rischio di provocazioni che potrebbero essere messe in scena per sostenere tali affermazioni e ha avvertito che qualsiasi tentativo di gestire la crisi nell’Ucraina sudorientale avrebbe conseguenze disastrose.

ZAGABRIA, 25 gennaio. /TASS/

Croatia to recall all troops from NATO in case of Russia-Ukraine conflict – World – TASS

Traduzione automatica. Ci scusiamo per eventuali errori riportati nel testo.

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi