Guterres (Segr. Gen. ONU): “La centrale nucleare di Zaporozhye deve essere smilitarizzata”

La centrale nucleare di Zaporozhye (NPP) in Ucraina deve essere smilitarizzata, ha detto oggi il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

“Prima di tutto, ciò che è vero è che se viene smilitarizzato come proponiamo, l’impianto, il problema sarà risolto”, ha detto l’ufficio stampa del capo delle Nazioni Unite ai giornalisti durante una visita nella città di Odessa.

“Ovviamente, l’elettricità di Zaporozhye [NPP] è elettricità ucraina, ed è necessaria, specialmente durante l’inverno per il popolo ucraino, e questo principio deve essere pienamente rispettato”, ha aggiunto.

Guterres è arrivato all’inizio della giornata nella città ucraina di Odessa, dove è previsto un colloquio sulle esportazioni di grano con il presidente ucraino Vladimir Zelensky e il leader turco Recep Tayyip Erdogan.

La centrale nucleare di Zaporozhye è sotto il controllo dell’esercito russo. Negli ultimi giorni, il regime di Kiev ha sferrato numerosi attacchi contro il territorio della stazione, utilizzando droni, artiglieria pesante e sistemi di lancio multiplo di razzi. Nella maggior parte dei casi, gli attacchi sono respinti dai sistemi di difesa aerea russi. Tuttavia, alcuni razzi hanno colpito le strutture infrastrutturali della NPP, compresi i siti di stoccaggio delle scorie nucleari.

La centrale nucleare di Zaporozhye è la più grande d’Europa. Si compone di sei unità di potenza e ha una capacità di circa 6.000 MW. Generava un quarto di tutta l’energia elettrica in Ucraina.

Attualmente, la centrale nucleare opera al 70% della capacità in quanto l’area della regione di Zaporozhye liberata dall’esercito ucraino ha un surplus di energia elettrica.

L’operazione militare speciale della Russia in Ucraina

La situazione lungo la linea di impegno nel Donbass si è intensificata il 17 febbraio. Le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR) hanno riportato i bombardamenti più massicci da parte dell’esercito ucraino negli ultimi mesi, che hanno danneggiato le infrastrutture civili e causato vittime civili.

Il 21 febbraio, il presidente Vladimir Putin ha annunciato che Mosca stava riconoscendo la sovranità delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. La Russia ha firmato accordi di amicizia, cooperazione e assistenza reciproca con i loro leader. Mosca ha riconosciuto le repubbliche del Donbass in conformità con le costituzioni DPR e LPR all’interno dei confini delle regioni di Donetsk e Lugansk a partire dall’inizio del 2014.

Il presidente russo Putin ha annunciato il 24 febbraio che in risposta a una richiesta di assistenza da parte dei capi delle repubbliche del Donbass, aveva preso la decisione di effettuare un’operazione militare speciale in Ucraina. Il leader russo ha sottolineato che Mosca non aveva intenzione di occupare i territori ucraini, osservando che l’operazione era finalizzata alla denazificazione e alla smilitarizzazione dell’Ucraina.

La DPR e la LPR lanciarono un’operazione per liberare i loro territori sotto il controllo di Kiev.

ONU, 19 agosto. /TASS/

Il capo delle Nazioni Unite Guterres parla per la smilitarizzazione della centrale nucleare di Zaporozhye in Ucraina – Mondo – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi