Zelensky “ha stabilito con un decreto” che non si può negoziare con la Russia!

KIEV, 4 ottobre. /TASS/.

Il presidente ucraino Zelensky invoca il decreto sull’impossibilità di tenere colloqui con Putin – Russian Politics & Diplomacy – TASS

 

Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha firmato un decreto del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale (NSDC) dell’Ucraina sull’impossibilità di tenere negoziati con il presidente russo Vladimir Putin. Pubblicato oggi sul sito ufficiale dell’ufficio del presidente ucraino.

“Riconoscere l’impossibilità di tenere negoziati con il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin”, si legge nel documento.

Zelensky ha ordinato al governo del paese di rafforzare le capacità di difesa ucraine aumentando il volume degli aiuti militari e tecnici. Il presidente ha anche raccomandato alla Rada Suprema di accelerare il processo di approvazione di progetti di legge pertinenti sull’introduzione di sanzioni contro la Russia.

Venerdì scorso, il presidente ucraino Zelensky ha riferito che sarebbero state introdotte nuove sanzioni contro diverse migliaia di persone giuridiche russe e privati, nonché contro gli organizzatori dei referendum nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, nelle regioni di Zaporozhye e Kherson. Ha sottolineato che l’elenco era “davvero esteso” e avrebbe incluso “nomi piuttosto famosi”.

Il 30 settembre si è tenuta una cerimonia al Cremlino, durante la quale il presidente russo Vladimir Putin ha firmato con i capi delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk e dei trattati delle regioni di Kherson e Zaporozhye sui nuovi territori che si uniscono alla Russia. In precedenza, i referendum si sono tenuti lì e i residenti delle regioni hanno sostenuto l’adesione alla Russia con una maggioranza di voti.

Durante la cerimonia, il presidente Putin ha esortato Kiev a cessare immediatamente le ostilità e tornare al tavolo dei negoziati.

 

***

 

Peskov ha detto che Mosca aspetterà un cambiamento nella posizione di Kiev sui negoziati

MOSCA, 4 ottobre. /TASS/.

Песков заявил, что Москва будет ждать изменения позиции Киева по переговорам (tass.ru)

 

La Russia aspetterà un cambiamento nella posizione dell’attuale o del prossimo presidente dell’Ucraina per quanto riguarda i negoziati con Mosca, per il processo negoziale e il raggiungimento di un accordo, la partecipazione di Kiev è necessaria. Lo ha dichiarato martedì ai giornalisti l’addetto stampa del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov.

“No, per negoziare, hai bisogno di due parti < … > Ora aspetteremo un cambiamento nella posizione dell’attuale presidente [dell’Ucraina Volodymyr Zelensky], o aspetteremo il futuro presidente dell’Ucraina, che cambierà la sua posizione nell’interesse del popolo ucraino”, ha detto Peskov, rispondendo alla domanda se sia possibile raggiungere accordi senza la partecipazione ufficiale di Kiev.

Secondo Peskov, anche prima dell’inizio dell’operazione speciale, la Russia era impegnata in una soluzione diplomatica della situazione in Ucraina. “Fin dall’inizio, prima dell’operazione militare, la parte russa era favorevole a garantire che il raggiungimento delle condizioni proposte dalla parte russa fosse assicurato da mezzi negoziali diplomatici pacifici”, ha affermato.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi