Ritrovati frammenti di droni ucraini utilizzati nell’attacco terroristico a Sebastopoli

MOSCA, 30 ottobre. /TASS/.

Frammenti di droni utilizzati da Kiev in un attacco terroristico a Sebastopoli sollevati in superficie – Militare e Difesa – TASS

 

Frammenti di droni utilizzati dal regime di Kiev per organizzare un attacco terroristico a Sebastopoli sono stati avvistati e portati in superficie, ha detto domenica il ministero della Difesa russo.

“A seguito dell’attacco terroristico del 29 ottobre alla flotta russa del Mar Nero e alle navi civili utilizzate per garantire la sicurezza del ‘corridoio del grano’, frammenti di veicoli aerei navali senza equipaggio utilizzati dal regime di Kiev sotto la supervisione di rappresentanti del Regno Unito sono stati avvistati e portati in superficie”, ha detto.

I droni marini che hanno attaccato Sebastopoli sono stati lanciati dalla costa vicino a Odessa, ha detto il ministero della Difesa russo.

“Gli specialisti del ministero della Difesa russo insieme ai rappresentanti di altre agenzie statali hanno esaminato i moduli di navigazione di fabbricazione canadese dei droni marini. Sulla base dei risultati dei dati recuperati dalla memoria del ricevitore di navigazione, è stato stabilito che i veicoli aerei marini senza equipaggio erano stati lanciati dalla costa vicino a Odessa.

Uno dei droni che hanno attaccato Sebastopoli potrebbe essere stato lanciato da una nave civile che trasporta prodotti agricoli dai porti ucraini, ha detto il ministero della Difesa russo. “Secondo gli specialisti, [il punto di lancio all’interno del ‘corridoio del grano’ nel Mar Nero] potrebbe significare che questo veicolo è stato lanciato da una nave civile noleggiata da Kiev e dai suoi sponsor occidentali per esportare prodotti agricoli dai porti marittimi ucraini”, ha detto.

I droni marini che sono stati lanciati dalla costa vicino a Odessa hanno volato lungo il corridoio del grano e poi si sono diretti verso una base navale russa a Sebastopoli, ha detto il ministero della Difesa russo.

“È stato stabilito che i veicoli aerei marini senza equipaggio sono stati lanciati dalla costa vicino a Odessa. Il drone marino ha volato nella zona di sicurezza del corridoio del grano e successivamente ha cambiato la rotta verso una base navale russa a Sebastopoli”, ha detto, aggiungendo che le coordinate del movimento di uno dei droni marini che hanno attaccato Sebastopoli “indicano un punto di lancio nelle acque all’interno della zona di sicurezza del corridoio del grano nel Mar Nero”.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi