Putin: “L’Operazione Speciale ha l’obiettivo di proteggere le persone e la Russia stessa”

MOSCA, 25 gennaio. /TASS/.

Путин назвал целью спецоперации защиту людей и самой России (tass.ru)

 

Proteggere il popolo e la Russia stessa dalle minacce che stanno cercando di creare nei propri territori storici è l’obiettivo di un’operazione militare speciale. Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin mercoledì in un incontro con gli studenti programmato per il giorno di Tatiana.

“L’obiettivo [dell’SVO], come ho già detto molte volte, è, prima di tutto, proteggere le persone e proteggere la Russia stessa dalle minacce che stanno cercando di creare per essa nei nostri territori storici adiacenti a noi. Non possiamo permetterlo”, ha detto Putin.

Uno studente dell’Università pedagogica statale di Luhansk Vladyslav Oliynyk, che ha partecipato all’incontro, ha raccontato al capo dello stato la sua esperienza di partecipazione all’SVO. Il presidente ha ringraziato lui e i suoi compagni d’armi per la loro partecipazione alle ostilità “per proteggere le persone, i nostri compatrioti”. “Penso che le persone come lei comprendano in modo più acuto e più accurato la necessità di ciò che la Russia sta facendo ora per sostenere i nostri cittadini che vivono in questi territori – a Lugansk, Donetsk, Donbass nel suo complesso, Kherson e Zaporozhye”, ha aggiunto il presidente.

Putin, rivolgendosi a Oleynik, ha anche osservato che i giovani “internamente cambiano molto” dopo aver partecipato alle ostilità. “Certo, queste sono due persone diverse”, concordò lo studente. “Questo può essere compreso solo da una persona che rischia la propria vita. Non c’è altro modo per indurire l’acciaio. È una cosa ovvia. Grazie a Dio sei vivo, sano e hai buone prospettive di vita”, ha detto Putin, commentando il desiderio del giovane di continuare la sua carriera nell’FSB.

Il presidente ha sottolineato che “tali persone saranno necessarie sia nei servizi speciali che nel servizio di sicurezza federale”. Allo stesso tempo, si è lamentato del fatto che lo studente dell’Università pedagogica statale di Luhansk non ha intenzione di continuare la sua carriera nella linea pedagogica, “perché questi ragazzi sono necessari in pedagogia, sono necessari nelle scuole, nelle istituzioni educative superiori”. “Tuttavia, la scelta deve essere fatta alla chiamata del cuore. Solo allora puoi contare sul successo – sul tuo successo personale e sul successo dell’azienda a cui hai deciso di dedicare la tua vita. Le auguro successo e terrò sicuramente conto del fatto che vuole lavorare nel Servizio di sicurezza federale. Lo faremo”, ha assicurato Putin.

Dopo l’incontro, Oleynik ha detto ai giornalisti che non aveva ancora ricevuto un’offerta di servizio. “Mi piacerebbe molto, ovviamente”, ha aggiunto.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi