“Processo al 5G, bambini senza elettrosmog”: raccolta fondi per sostenere le cause in tribunale

A Frossasco i genitori fanno causa per l’installazione di un’antenna a scuola, ma il Tribunale di Torino li condanna. Aiutiamoli con la campagna di crowdfunding promossa dall’Alleanza Italiana Stop 5G. Read More ““Processo al 5G, bambini senza elettrosmog”: raccolta fondi per sostenere le cause in tribunale”

Yemen, nuovo massacro di bambini a causa di un brutale attacco aereo dell’Arabia Saudita

Ennesimo massacro dell’Arabia Saudita in un bombardamento dello Yemen. 35 morti, tra i quali, 26 bambini

Le forze saudite hanno bombardato il distretto di Al-Maslub nella provincia di Al-Yauf, nel nord dello Yemen, lo scorso venerdì, uccidendo almeno 35 persone – tra cui 26 bambini – e ferendone altre 23, tra cui 18 minori, ha riferito oggi il Ministero della salute yemenita.

Il dicastero yemenita ha chiesto alla comunità internazionale e alle organizzazioni umanitarie di alzare la voce per condannare e denunciare i crimini commessi da Riyad e dai suoi alleati nello Yemen.

La televisione di stato yemenita Al Masirah ha pubblicato lo stesso giorno un video della brutale aggressione dell’Arabia Saudita, che mostra come la popolazione locale rimuove i corpi senza vita dei bambini dalle macerie dopo l’attacco.

Video Al Masirah. Si sconsiglia la visione alle persone sensibili. Link:

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-video_yemen_nuovo_massacro_di_bambini_a_causa_di_un_brutale_attacco_aereo_dellarabia_saudita/82_33139/

Immagini terribili che parlano da sole. I Media mainstream sono tutti concentrati in Siria, in particolare su Idlib dove l’esercito siriano sta conducendo un’operazione per liberare quello che è l’ultimo bastione dei gruppi armati nel paese. E come sempre accade quando Damasco avvia un’operazione anti terrorismo si scatena la propaganda occidentale che accusa Russia e Siria di bombardare case, ospedali, scuole e altre nefandezze. I massacro dell’Arabia Saudita nello Yemen sono completamente ignorati

(Foto di repertorio)

Petizione: Stop alle armi italiane in Yemen!

Dal 25 marzo 2015 una coalizione internazionale guidata dall’Arabia Saudita e sostenuta da Stati Uniti e Regno Unito, ha lanciato attacchi aerei contro il gruppo armato huthi in Yemen.

I civili stanno sopportando il peso di questo sanguinoso conflitto. Intrappolati nei combattimenti a terra tra gli huthi e le forze filogovernative, e sotto il fuoco dei bombardamenti da parte delle forze della coalizione guidata dall’Arabia Saudita, uomini, donne e bambini sono stati sottoposti a orribili violazioni dei diritti umani, nonché a crimini di guerra, da tutte le parti coinvolte nel conflitto.

Dallo scoppio del conflitto si calcola che siano quasi 17.000 i civili morti e feriti, esacerbando una situazione umanitaria già disastrosa. Milioni di persone sono a rischio carestia.

Scuole, ospedali, moschee, funerali: sembra che nulla sia al sicuro dai raid aerei della coalizione guidata dall’Arabia Saudita.

Il nostro governo sta alimentando questo orrore.

Di fronte a molteplici rapporti che indicano la condotta spericolata della coalizione guidata dall’Arabia Saudita nello Yemen, il governo italiano continua a fornire armi all’Arabia Saudita e ad altri membri della sua coalizione.

Continuando a fornire armi all’Arabia Saudita per l’uso in Yemen, l’Italia sta violando la legge internazionale.

Stop alle armi italiane in Yemen

 

I bambini yemeniti soffriranno la fame per 20 anni a causa della guerra saudita

I bambini yemeniti impiegherebbero due decenni per raggiungere il livello più basso di nutrizione anche se la guerra lanciata cinque anni fa dall’Arabia Saudita terminasse oggi

“Lo Yemen ora ospita la più grande popolazione con insicurezza alimentare nel mondo”, avverte un rapporto di 20 pagine preparato dalla ONG International Rescue Committee, rilanciato dal quotidiano britannico The Independent.

Il rapporto intitolato “La guerra ha distrutto i nostri sogni” sottolinea che la malnutrizione non è qualcosa da cui un bambino possa riprendersi. “Ridurrà la tua altezza, limiterà le tue opportunità” e, soprattutto, “limiterà lo sviluppo della nazione”.

Nel 2018, la carestia è stata dichiarata in alcune parti del paese più povero del mondo arabo. Ora, l’80% della popolazione di 24 milioni di persone nello Yemen affronta una grave carenza di cibo e vive sull’orlo della carestia, e i bambini soffrono di più, aggiunge il testo.

“Ciò significa che ogni bambino è privato delle opportunità che avrebbero avuto” se l’Arabia Saudita e i suoi alleati non avessero lanciato la loro campagna di guerra, ha dichiarato Frank McManus, direttore della stessa agenzia per lo Yemen.

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-i_bambini_yemeniti_soffriranno_la_fame_per_20_anni_a_causa_della_guerra_saudita/82_32013/

 

Somministrazioni “facili”di Ritalin in Italia, interrogazione parlamentare

Ill testo dell’interrogazione parlamentare scritta, depositata il 10/10/2011 dall’On Paola Binetti in merito alle “somministrazioni facili” di psicofarmaci ai bimbi in Italia. Read More “Somministrazioni “facili”di Ritalin in Italia, interrogazione parlamentare”