‘Storie d’Uganda’, le attività a favore dell’ospedale Lacor

Presentazione al pubblico della storia e delle attività della Fondazione Piero e Lucille Corti onlus e dell’ospedale che essa sostiene, il Lacor Hospital in Nord Uganda e del libro ‘I bambini della notte’. Roma, martedi 9 giugno 2015.

 

 

ECA DEL CAMPIDOGLIO – Piazza del Campidoglio Roma

 

Storie d’Uganda

 

Con presentazione del libro

 

I bambini della notte

Lacor. Una storia vera di guerra e di speranza nell’Africa equatoriale

 

Presentazione al pubblico della storia e delle attività della Fondazione Piero e Lucille Corti onlus e dell’ospedale che essa sostiene, il Lacor Hospital in Nord Uganda e del libro di Mariapia Bonanate e Francesco Bevilacqua dedicato al Lacor Hospital e alla sua storia, a generazioni di bambini cresciuti nella guerra del nord Uganda e a un uomo che in quella terra ha reinventato la sua vita

 

uganda
 

La Fondazione Piero e Lucille Corti Onlus

La Fondazione Corti è il principale sostenitore del Lacor Hospital, ospedale ugandese fra i maggiori riferimenti sanitari non a scopo di lucro dell’Africa equatoriale.

Nasce nel 1993 a Milano per volontà dei coniugi Lucille Teasdale e Piero Corti, medici a cui dal 1961 era stata affidata la gestione dell’ospedale. Piero e Lucille dedicarono tutta la vita a svilupparlo in termini di struttura, capacità e competenze locali, mirando a offrire le migliori cure, al maggior numero di persone e al minor costo possibile.

 

Lacor Hospital: cure accessibili a tutti

Il Lacor Hospital, fondato dai missionari comboniani nel 1959 a Lacor (Gulu, Uganda), è il maggiore ospedale privato non a scopo di lucro del Paese dopo quello universitario della capitale. È un ospedale africano non solo in virtù del suo posizionamento geografico: i suoi 600 dipendenti, inclusa la Direzione, sono tutti locali. La sua missione è offrire cure accessibili a tutti, specialmente ai più bisognosi (donne, bambini, indigenti, persone affette da malattie croniche), combattendo malattie e povertà.

Dal 1988 a oggi l’ospedale ha curato oltre 5 milioni di persone. Ha una media di 250 mila pazienti l’anno tra ricoveri e visite ambulatoriali. La maggior parte sono donne e bambini (solo i bambini sotto i 6 anni e le mamme costituiscono il 45% dei pazienti totali).
 

I bambini della notte è il titolo del nuovo libro scritto dalla giornalista Mariapia Bonanate insieme a uno dei diretti protagonisti, il manager Francesco Bevilacqua, ed edito da Il Saggiatore, che verrà presentato martedi 9 giugno 2015, ore 16.00, presso Sala Protomoteca del Campidoglio, Piazza del Campidoglio – Roma.

 

L’iniziativa gode del Patrocinio di Roma Capitale Presidenza Assemblea Capitolina
 

L’incontro con gli autori sarà introdotto dall’on. Valeria Baglio Presidente dell’Assemblea capitolina. Interverranno insieme agli autori, Dominique Corti, Presidente della Fondazione Corti, principale sostenitore del Lacor Hospital, l’ospedale ugandese attorno a cui ruotano le vicende del libro; l’On. Erica Battaglia, Presidente Commissione V Politiche Sociali e della Salute, il prof. Donato Greco, epidemiologo e l’ing. Sandro Paramatti volontario attivo della Fondazione Corti a Roma.
 

Il libro, scritto con ritmo narrativo che trascina e coinvolge, racconta la sorprendente avventura di un manager, Francesco, che, in un momento di profondi cambiamenti della sua vita, spinto da un impulso del cuore, parte per il nord Uganda per visitare il Lacor Hospital. Nella straordinaria e commovente vicenda de I bambini della notte emerge tutta la grandezza dell’uomo quando scommette sull’amore, sulla speranza e sulla condivisione.
 

Durante gli anni difficili di una spietata guerra civile, migliaia di bambini ogni giorno, al tramonto, si sono rifugiati all’interno di questo ospedale per trascorrere la notte al sicuro. Sono i night commuters, i bambini della notte, fuggiti dai loro villaggi per non essere rapiti dai guerriglieri di Kony e obbligati a diventare “bambini soldato”.

Al Lacor, Francesco conosce l’eccezionale storia dei due medici Piero e Lucille Corti, che hanno trasformato un piccolo ambulatorio con pochi letti in un ospedale di eccellenza, unico nell’area sub sahariana, che ha salvato, e continua a salvare, milioni di persone.

Accompagnato da un personaggio che è diventato leggenda, il missionario comboniano Elio Croce, il manager italiano visita i campi profughi e incontra altri indimenticabili ‘eroi sconosciuti’. Sullo sfondo di questa vicenda, ricca di avventure e di sorprese, vi è un popolo vittima di una guerra spietata di cui pochi nel mondo sanno. Vite spezzate, senza voce, che riemergono dalle pagine del libro a chiedere di essere ascoltate. Dopo averle incontrate, niente è più come prima.

 

L’acquisto di ogni copia contribuirà a sostenere il Lacor Hospital poiché gli autori hanno rinunciato in parte ai loro diritti sulle vendite.

Il libro può essere acquistato in libreria o presso la Fondazione Corti (info@fondazionecorti.it – tel. 028054728).

 

Titolo: I bambini della notte

Autori: Mariapia Bonanate, Francesco Bevilacqua

Data pubblicazione: 6 novembre 2014

ed. Il Saggiatore

Costo: 15 euro

pp. 226

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mariapia Bonanate

Dopo aver insegnato per alcuni anni, si è dedicata al giornalismo, firmando reportage e inchieste da ogni parte del mondo.

È stata condirettore del settimanale Il nostro tempo e editorialista di Famiglia Cristiana.

Ha pubblicato numerosi libri, fra i quali Perché il dolore nel mondo?, Il vangelo secondo una donna, Suore – dal quale Dino Risi ha tratto il film Missione d’amore –, Una lampadina per Kimbau, A un passo dal cuore, Donne che cambiano il mondo, Io sono qui (Mondadori, 2012).

 

Francesco Bevilacqua

Professionista con esperienza maturata nel mondo aziendale, dopo una carriera in Arthur Andersen, è stato senior manager e consigliere in numerose aziende di livello internazionale.

 

Informazioni:
Fondazione Corti

P.za Velasca 6, 20122 Milano

Tel.: +39 02 49.52.40.96

www.fondazionecorti.it

info@fondazionecorti.it

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.