Fulvio Grimaldi: “Caccia ai No Vax” (e You Tube applica la censura)

Idiozia e sadismo. Colpi di coda di chi vede avvicinarsi il cappio? Intanto You Tube cancella la puntata “Sancho No Vax XVII”.

“Abbiamo calpestato la scienza ed abbiamo calpestato il Diritto”

(https://rumble.com/vt06ie-sancho-17-ii-stagione-fulvio-grimaldi-continuiamo-a-rifiutare-il-dogma.html)

E’ assolutamente imprescindibile osservare il video a questo link. Segna uno dei più micidiali colpi inflitti alla guerra globale agli esseri umani. Ripercorre gli argomenti esposti un anno fa nella “Grande Dichiarazione di Barrington“, firmata da scienziati delle prime università del mondo e a cui, nel giro di tre giorni, avevano già aderito 60.000 medici.

Al Parlamento del Lussemburgo prende la parola l’ex presidente del dipartimento di malattie infettive e tropicali dell’istituto Raymond-Poincaré di Garches (Hauts-de-Seine), Christian Perronne. Perronne, che ha lavorato per anni ai massimi livelli della sanità pubblica francese, per 15 anni consulente di governo sulla gestione delle crisi sanitarie e delle epidemie, ex consulente dell’OMS, ora è stato destituito perché ha scelto di opporsi e denunciare.

Ospite del Parlamento del Lussemburgo mercoledì scorso, ha denunciato apertamente lo stato sperimentale e l’alta pericolosità dei farmaci a mRNA, che uccidono i giovanissimi (di cui riporta due casi) senza dar loro alcun vantaggio: “Lo scandalo più grande di questa epidemia sta nell’aver definito ‘vaccini’ questi prodotti” “Nei paesi più vaccinati, oltre il 90% delle terapie intensive sono occupate da persone con due o tre dosi” “Tutti i parlamentari che hanno firmato l’obbligatorietà di un farmaco sperimentale, dovrebbero essere processati da un tribunale internazionale”.

(Pubblicato da ComeDonChisciotte)

Ragazzi, che sberla!

Per quanto le dichiarazioni pubbliche di una tale personalità rappresentino, dopo la serie di debacle subiti dai mandanti e mandatari, il punto più alto della crisi apertasi nella conventicola bio-tecno-totalitarista dopo due anni di trionfi sui corpi e sulle menti della popolazione umana, esse non sono state censurate, o bannate da Youtube-Google. Evidentemente per lo scandalo che inevitabilmente produrrebbe il silenziamento di una tale autorità in un tale consesso istituzionale. Tanta grazia dei digital-totalitaristi non è stata concessa a noi di SANCHO. Per una copertina vagamente “impropria” secondo gli “standard della comunità”, da Youtube la puntata di cui al link qui sopra è stata rimossa perchè – sghignazzate – “troppo lunga“.

Stavolta la mia qualifica di giornalista professionista, iscritto all’Ordine, difeso dal mio sindacato – neanche qui ridete – la FNSI, e con un curriculum abbastanza di riguardo, non mi ha salvaguardato dall’acido solforico sparso dalla belva sui reprobi. Ora la puntata XVII di SANCHO è stata salvata da Rumble. Canale, peraltro, che ospita anche una magnifica e tonificante carrellata di immagini della forza dei popoli, che i mainstream ovviamente occultano, ma che, insieme alle incredibili idiozie che ne stanno caratterizzando il declino, sono certamente alla base degli sconquassi subiti negli ultimi tempi dal Grande Reset tecno-infettivo globale. Eccole:

(https://rumble.com/vsceyd-compilation-worldwide-demonstrations-there-are-many-of-us-out-there-jan-9-2.html)

San Giovanni 15/1/22

Sadici, ma cretini

C’è qualcosa di disperato e, contemporaneamente, di ottuso, nel parossismo sadico che i beoti di prima, seconda e terza fila nella falange macedone del siero ci stanno sparando addosso. Colpi di coda di draghi e sottodraghi feriti, andati in apnea di fronte alla reazione degli esseri umani.

Ma andiamo con ordine.

Ascolto la mattina la trasmissione “Radioanch’io” che fin dal titolo pretende di essere la voce di tutti e di tutto, ma che poi, con quella del conduttore, Zanchetti, diventa di netto regime. Quella mattina, però, mi sono stupito. Possibile? Sentivo dire da Zanchetta “per noi era inconcepibile che ci potesse essere un tale odio, una tale persecuzione di una minoranza di innocenti”. Possibile, mi sono detto nel clima onnicovidiano in cui siamo immersi, che questo Zanchetta riconosca l’infame e ingiusta sorte riservata a chi non si fa bucare dalla zozza poltiglia? Illuso! Due parole dopo viene fuori che si riferiva agli ebrei e ad Anna Frank.

Comunque, una cosa mi ha rasserenato. Che l’indignazione dello Zanchetta pienamente rivendicasse, a sua insaputa, la scelta di quei bravi manifestanti di Novara che, sotto un diluvio di invettive e anatemi, erano sfilati contro gli antisanitari con la clava, Draghi-Speranza, indossando le casacche dei prigionieri dei campi. Ricordo questo, per riallacciarmi al tema centrale della puntata di SANCHO: la persecuzione degli eretici della religione monoteistica del buco nel braccio.

Scemi vs eretici

Persecuzione che sta manifestando, come detto sopra, segni di isteria e frustrazione che indicano, nel delirio d’onnipotenza, la prevalenza del primo termine sul secondo. Quando un virologo si rivela ippocraticamente d’accatto, come il direttore sanitario del “Galeazzi” di Milano, commettendo una serie di reati e violazioni, addirittura della Costituzione, nega cure ed interventi a chi ha il pass scaduto, o rifiuta le dosi, o non ha ancora fatto la terza, c’è la conferma dell’assunto. E la prospettiva, contiamo, del tribunale.

Quando il Migliore dei peggiori perde la brocca e strappa addirittura una risata ai pugnalati alle spalle quando sentono che sulle loro buste della spesa verranno condotti esami dagli ormai infiniti ufficiali giudiziari del paese (compresi commessi e buttafuori) per scovarvi il reato di un acquisto proibito (“Questo è un bicchiere, signora! Non è essenziale. Non le è consentito l’acquisto, beva dal rubinetto. Qui solo pane, insalata e robiola”)…..

Quanto una valanga di notizie su effetti avversi da intruglio, anche letali, che si abbattono sul cittadino, a dispetto di quell’unico numero, tra i terrorizzanti, che gli interessa e che non esce mai, da studiosi d’ordine Usa, finiti in corner, viene attribuita a “disturbi psicologici” dei colpiti…..

Quando io, per la mia causa in tribunale, sono obbligato a scegliermi non il mio avvocato No Vax, o No-Terza Dose, ma uno ligio alla forca caudina che, perciò, possa penetrare nelle auguste sale e occuparsi di fascicoli e udienze, vedo annullato il diritto alla difesa basato sul rapporto fiduciario con il legale…

Quando, dall’unico quotidiano dell’opposizione alle barbarie (“La Verità”) mi viene spiegato che il mio super-iper-mega-nazi-pass non mi serve solo per entrare in un’osteria dove, del tutto privo di immunità, ma tra illusi altrettanto non immuni, vado a contagiare ed essere contagiato (vero Draghi?), ma sarà invece il data base per tracciare tutto quello che faccio, spendo, dico, frequento, sposto, da adesso a sempre…..

Quando quelli del cattolicissimo e remuneratissimo “Bambin Gesù”, si strappano i capelli sul dilagare della morìa infantile per l’ingresso in clinica di qualche bambino dai 5 agli 11 anni, vaccinato e che tossicchia, ma che rischia di morire di Covid nella drammatica percentuale di uno 0,2 di bambino su 10.000.

Quando tutto questo succede, mentre altrove (Israele), il pass viene abolito, le mascherine cadono, i locali sono penetrabili a libero arbitrio, l’OMS, il CDC amerikano, dopo infiniti scienziati con qualifiche il quintuplo dei nostri menagramo e becchini, si ritirano nei loro covi borbottando “basta con tutti questi booster, troviamone un’altra…

Sacro grafene

Quando si scopre che il Papa argentino, che ha convissuto in grande armonia con il generale Videla, ha incontrato due volte, in piena “pandemia” il plurimiliardario ebreo greco, Albert Bourla, capo della Pfizer (50 miliardi dalle vendite del coso), e che affettuose chat tra lo stesso Bourla e Ursula von der Leyen sono stato scambiati, sempre in corso d’opera, ma che la Commissione UE non vuole rendere note all’impertinente cagacazzi nè queste, nè i contratti con quel farmacista….

Quando succede tutto questo, ma ti fanno passare chiunque muoia di cancro (500 al giorno), di malattie cardiovascolari (240.000 all’anno, il doppio del Covid), di fumo (90.000 all’anno), 8 al giorno di incidente stradale, da “vittima” del Covid, per avergli infilato nel naso un tampone farlocco, sai che l’unica vera vittima sei tu.

Allora arrampicati sulle loro balle, esci dal menzognificio e guarda lontano. Lo vedi quel giudice a Berlino? Quel tribunale internazionale di cui, nel video, ci parla lo scienziato vero, Christian Perronne?

Fulvio Grimaldi

23/01/2022

https://youtu.be/Oh6VRw4zLFM – Sancho No Vax XVII cancellato da Google!

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi