Zakharova (Russia): “L’Occidente è coinvolto nel conflitto, ma la Federazione Russa è contro la guerra nucleare”

MOSCA, 6 ottobre. /TASS/ (traduzione automatica con rielaborazione testo)

Запад включается в конфликт, но РФ против ядерной войны. Что заявила Захарова на брифинге (tass.ru)

 

I paesi occidentali, con il loro sostegno a Kiev e ai suoi crimini, prolungano solo le ostilità e sono sempre più coinvolti nel conflitto stesso, cessando di essere una parte neutrale. Lo ha affermato in un briefing giovedì il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Ha osservato che la “narrativa nucleare” sulle intenzioni di Mosca di usare armi nucleari è promossa dai media occidentali, mentre la posizione della Federazione Russa su questo argomento non è cambiata. La Russia considera illegittime le sanzioni dell’UE, insistendo anche sulla sua partecipazione alle indagini sulle esplosioni sui gasdotti Nord Stream e Nord Stream 2.

TASS ha raccolto le principali dichiarazioni di Zakharova.

Sulla partecipazione dell’Occidente al conflitto in Ucraina

Il sostegno dell’Occidente “prolunga i combattimenti e spinge il regime di Kiev a nuovi crimini”. “Sempre più denaro viene versato” a Kiev, “in modo che ancora più persone muoiano, spargendo ulteriore sangue nella regione”.

Gli americani ammettono apertamente che in tempo quasi reale trasmettono dati satellitari e altri dati di intelligence al comando delle forze armate dell’Ucraina, partecipano alla pianificazione delle operazioni di combattimento. “Non è complicità? È una vera guerra ibrida”.

Se l’Unione europea creerà una missione per fornire assistenza militare all’Ucraina, questa “la consoliderà nello status di parte in conflitto”. “Anche l’Unione europea deve decidere su se stessa: sono ancora per i negoziati o per il campo di battaglia su Borrell”.

L’Austria e “molti Stati che si sono dichiarati neutrali hanno perso questo status”.

La reazione dei paesi della NATO alla richiesta di adesione accelerata di Kiev mostra che “il regime di Kiev è solo uno strumento per l’Occidente”. Allo stesso tempo, i paesi “sono consapevoli della gravità e dell’attraversamento di tutti i confini consentiti, il che comporterà le conseguenze più gravi”, incluso il coinvolgimento della NATO in un conflitto su larga scala.

Mosca considera il piano dell’uomo d’affari Elon Musk per l’insediamento in Ucraina “come discussioni pubbliche e come il punto di vista di persone che hanno la propria idea di ciò che sta accadendo”.

Sulle azioni di Kiev

Il decreto di Vladimir Zelensky sull’impossibilità di negoziati tra la Federazione Russa e l’Ucraina […] è stato firmato “per volere dell’Occidente, che non vuole la cessazione delle ostilità” ed è pronto a continuarle “fino all’ultimo ucraino”. “Questo è il vicolo cieco di Zelensky.”

Le forze armate ucraine e i nazionalisti ucraini sono impegnati nella deliberata distruzione di “colture di grano […]”, terreni coltivabili minerari e terreni agricoli.

“Con la connivenza delle organizzazioni internazionali”, tra cui l’UNESCO, “gli insegnanti sono stati effettivamente divisi in due classi, buoni e cattivi”. Gli insegnanti sono “imprigionati, semplicemente sottoposti a violenza fisica” per “aver osato parlare la loro lingua madre [il russo], insegnare nella loro lingua madre e nella lingua degli studenti”.

Informazioni su Nord Streams

La Russia non è autorizzata a indagare sull’emergenza a Nord Streams, che ricorda la situazione “con il Boeing malese, che si è schiantato sul territorio dell’Ucraina”. “È già un classico del genere.”

Mosca considera ciò che è accaduto sui gasdotti “come un sabotaggio deliberato contro il più importante impianto infrastrutturale” e cercherà un’indagine aperta con la sua partecipazione. “Se l’Occidente ha come sempre: la non ammissione dei proprietari, la mancata fornitura di fatti, l’occultamento dei fatti e l’enfasi saranno posti sui media controllati e sulla manipolazione dei dati sotto forma di fughe di notizie e fonti anonime, allora è chiaro dove porterà questa indagine. Non andrà da nessuna parte”.

Coloro che si oppongono alla partecipazione della Russia alle indagini delle autorità danesi “potrebbero sapere chi l’ha fatto, e quindi semplicemente non sono interessati all’opinione di Mosca”. Le accuse contro la Federazione Russa in questa situazione sono assurde, dal momento che Mosca ha investito fondi significativi nella costruzione e nel funzionamento di Nord Streams.

Informazioni sulle sanzioni

Le sanzioni dell’UE sono illegittime. “Se commettono tali azioni illegittime e illegali, non hanno il diritto in linea di principio di speculare sulla legittimità o illegittimità delle azioni altrui”.

Bruxelles, “che a parole sostiene incessantemente lo stato di diritto, non solo viola questi principi, ma costringe letteralmente altri Stati a seguire lo stesso percorso” di imporre restrizioni contro la Federazione Russa.

Mosca risponderà all’introduzione del tetto ai prezzi del petrolio russo riorientando le esportazioni verso paesi che sono pronti a “cooperare normalmente”.

Sul conflitto nucleare

Nel contesto della crisi ucraina, stanno cercando di imporre una “narrativa nucleare” ai media occidentali, accusando la Russia di “ricatto nucleare, minacce” e facendo circolare speculazioni sul presunto uso imminente di armi nucleari da parte di Mosca. “Non abbiamo intenzione di impegnarci in questo terribile discorso sul pompaggio della retorica nucleare”.

“La Federazione Russa è pienamente impegnata nel principio dell’inammissibilità della guerra nucleare. Lo abbiamo più volte detto e confermato: in una guerra del genere non ci possono essere vincitori, non si deve mai scatenare”.

“Washington e altre capitali occidentali potrebbero essere interessate a una pericolosa escalation della situazione se fosse attribuita al nostro paese. Questo viene fatto nel quadro della linea di Washington, che è distruttiva per la sicurezza internazionale e la stabilità strategica, per garantire il suo dominio globale con qualsiasi mezzo.

“Non riusciamo a capire perché la vera minaccia intorno all’impianto nucleare – la centrale nucleare di Zaporizhzhya – non riceva la dovuta attenzione nei media occidentali, dato che sanno perfettamente chi ha creato minacce a questo impianto per molti mesi”.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi