Da Guaidó alla Tikhanovskaya. Il PD si conferma il peggior partito italiano

Da Guaidó alla Tikhanovskaya. Il PD si conferma il peggior partito italiano

Da Guaidó alla Tikhanovskaya. Il PD si conferma il peggior partito italiano
di Fabrizio Verde
«Sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai», cantava Francesco De Gregori. Proprio i versi della sua canzone sono quelli che ci sono balzati alla mente alla lettura del tweet dove Laura Boldrini annunciava di essere in partenza verso la capitale della Lituania per incontrare la Guaidò della Bielorussia Svetlana Tikhanovskaya. 

«In partenza per Vilnius con Lia Quartapelle per incontrare Svetlana Tikhanovskaya, sfidante di Lukashenko alle elezioni bielorusse. Per darle sostegno e solidarietà come parlamentari e come donne. Chi rischia la vita per la libertà non va lasciato solo», ha twittato l’esponente del PD.

 

Ancora una volta l’accoppiata Boldrini-Quartapelle, come tutto il PD d’altronde, si schiera dalla stessa parte, ossia, quella sbagliata della storia.

I piddini li abbiamo visti affannarsi per sostenere il golpe neonazista di Maidan in Ucraina, con tanto di comizio di Pittella intento ad arringare la folla con vessilli neonazisti; così come erano e sono in prima fila nel sostenere i fascisti venezuelani e il fantoccio golpista Guaidò contro il legittimo governo bolivariano guidato da Nicolas Maduro; appoggiano i peggiori tagliagole in Siria pur di vedere il presidente Assad rovesciato; fanno sfoggio della peggiore russofobia e sinofobia.

Da presidente della Camera Laura Boldrini ha ricevuto a Roma l’allora presidente della Rada ucraina Andriy Paruby, un neonazista leader del partito di estrema destra Svoboda e già fondatore del Partito Nazional Sociale Ucraino. Non proprio un modello di democrazia e non-violenza.

Insomma, non ci sorprende affatto che adesso Quartapelle e Boldrini volino a Vilnius per incontrare Svetlana Tikhanovskaya, l’ennesimo cavallo di Troia dell’imperialismo. La Bielorussia di Lukashenko è infatti il tassello che manca per creare una sorta di cordone sanitario sul fronte occidentale contro la Russia.

Per ironia della sorte, le due parlamentari italiane molto attente alle questioni afferenti l’antifascismo (quello solo di facciata), volano proprio a Vilnius. La capitale di quella Lituania dove si perseguitano e si incarcerano (con detenuti ancora in attesa di processo) i comunisti, i pacifisti e gli antimperialisti. Dove si riabilitano le SS locali, responsabili di massacri di partigiani e civili e di pogrom di ebrei. Nel silenzio complice dell’Unione Europea.

Ma i nostri eroi liberali fingono di non vedere. Chiudono un occhio, anzi entrambi quando si tratta di portare avanti il sacro verbo europeista-imperialista.

Per questo, parafrasando De Gregori, sempre e per sempre dalla stessa parte li troverai: quella sbagliata della storia. Dalla parte dell’imperialismo, del capitale, del fascismo e del golpismo anti-socialista e anti-popolare.

Notizia del:

Nonostante le sanzioni, avanza Soberana 01, il vaccino di Cuba contro il Covid-19

Nonostante le sanzioni, avanza Soberana 01, il vaccino di Cuba contro il Covid-19. Avviati test sull’uomo

Nonostante le sanzioni, avanza Soberana 01, il vaccino di Cuba contro il Covid-19. Avviati test sull'uomo

“Tutto è stato realizzato nelle date che ci eravamo prefissati”, ha detto Yanet Climent Ruiz, capo del progetto che mira a combattere la pandemia sull’isola

Cuba sta avanzando nello sviluppo del proprio vaccino contro il coronavirus nonostante le sanzioni esterne, e ha già iniziato a testare Finlay Frontrunner 1, noto come Soberana 01, il progetto più promettente dell’isola caraibica: “Tutto è stato compiuto nel date che abbiamo proposto “, afferma il responsabile dei lavori, Yanet Climent Ruiz, in un’intervista a Naturaleza Secreta.L’Istituto Finlay promuove quattro possibili vaccini e lunedì scorso sono state annunciate le prime valutazioni mediche per il suddetto medicinale, che suscita entusiasmo tra i cubani. L’obiettivo è testare questo prodotto su 676 volontari, suddivisi in due fasce d’età: dai 19 ai 59 anni, e dai 60 agli 80. Nella Fase 1, la dose viene applicata a 40 persone, secondo il processo di reclutamento stabilito da questo istituto.

L’istituto ha infatti pubblicato nei giorni scorsi un video sulle prove iniziali di 20 candidati. “Sono orgogliosa di appartenere allo studio”, ha detto una donna che ha ricevuto l’iniezione.

All’inizio, quelli vaccinati erano del primo segmento. E se tutto va bene, questa settimana la dose verrà applicata agli anziani. In precedenza, dovevano accertare la sicurezza del vaccino e rilasciare un rapporto all’autorità di regolamentazione per medicinali, apparecchiature e dispositivi medici.

Climent Ruiz, uno dei dirigenti dell’istituto, fornisce maggiori dettagli su Soberana 01 e spiega che è simile al vaccino VA-MENGOC-BC , “che è stato utilizzato per più di 30 anni, con più di 60 milioni di dosi nel mondo”. E aggiunge: “È stato molto sicuro per tutta la vita, si applica ai bambini di tre e cinque mesi e questo ci ha dato la possibilità di andare avanti con il candidato vaccino con più tranquillità e sicurezza”.

Allo stesso modo, aggiunge: “Risiede nelle vescicole delle membrane esterne del Meningococcus-B, con la proteina RBD del virus, di cui esiste già molta letteratura dove si dice che è l’antigene fondamentale a cui è diretta la risposta. Pertanto, abbiamo una piattaforma che funziona, che è noto, e l’antigene che è davvero fondamentale nella risposta alla malattia “.

A sua volta, è stato riferito che i primi volontari sono in buona salute , pochi giorni dopo l’iniezione. Il direttore di Finlay, Vicente Vérez Bencomo, ha dichiarato il 26 agosto in una conferenza stampa con il presidente, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, che i test stanno procedendo bene e che i candidati hanno mostrato solo un leggero disagio, come mal di testa. Pertanto, si prevede di avere risultati conclusivi per l’intero progetto il 1 febbraio .

La fase successiva 

Dopo aver completato la prima parte degli studi pratici, inizierà la Fase  , dove ci sarà un più ampio reclutamento di candidati. I destinatari delle prove saranno i residenti dei comuni di Plaza e La Lisa , entrambi dell’Avana. “Sono stati selezionati come siti clinici”, spiegano in dettaglio dall’istituto. In altre parole, i luoghi “in cui si svolgono attività relative alla somministrazione, applicazione o valutazione del prodotto di ricerca”.

Pertanto, “la selezione finale dei volontari per entrare nella sperimentazione clinica viene effettuata dalla valutazione di un team medico situato in ogni sito clinico”, aggiungono. Questo processo dovrebbe iniziare a settembre, anche se la data esatta non è stata specificata.

Un secondo vaccino è già in corso

Tra l’ottimismo, le autorità dell’isola hanno annunciato che stanno già lavorando ad un possibile secondo vaccino per combattere la pandemia. “È un vaccino diverso, ha lo stesso antigene Soberana, ma è un’altra piattaforma”, ha precisato Vérez Bencomo.
Per ora, questo prodotto sta mostrando buoni risultati negli animali e l’intenzione è di iniziare le sperimentazioni cliniche “in ottobre”, ha annunciato il direttore dell’istituto.

Farmaci per casi confermati

Inoltre, sono stati riportati i risultati di uno studio medico sull’uso dell’ozono terapia rettale per pazienti infetti da covid-19, con sintomi lievi o moderati: “Il numero di pazienti con test PCR negativo al quinto giorno è aumentato del 40% “ha affermato Sarahi Mendoza Castaño , Direttore della ricerca, sviluppo e innovazione del Centro nazionale per la ricerca scientifica. In media, il suo utilizzo ha ridotto la degenza ospedaliera dei contagiati da tre a quattro giorni. Pertanto, questo consente di includere l’ozonoterapia come opzione di trattamento.

Da parte sua, Ileana Morales Suárez, direttrice nazionale di Scienza e innovazione tecnologica del Ministero della sanità pubblica, ha sottolineato che l’applicazione di Heberferón è stata ampliata nello schema terapeutico, aggiunto all’uso del plasma iperimmune. Con questo quadro, il capo dello Stato ha concluso: “Ci sta dando come segno che c’è un’intensa attività scientifica , incoraggiata dalla ricerca di un confronto efficace, sicuro e sovrano con covid-19”.

In linea, il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez Parrilla, ha celebrato  che la sua nazione ha “un’incidenza e una mortalità inferiori a un sesto del tasso mondiale”. Secondo il ministro degli Esteri, questo perché il Paese ha 752 medici ogni 100mila abitanti e “un’industria biofarmaceutica volta a tutelare le persone”.

Nel frattempo, l’ultimo rapporto del ministero della Salute pubblica riporta  4.032 infezioni confermate e 94 decessi per coronavirus a Cuba dall’inizio della pandemia.

Notizia del:

Covid-19. I Negazionisti di Governo

Covid-19. I Negazionisti di Governo

Covid-19. I Negazionisti di Governo

di Giorgio Cremaschi

Negazionisti sono coloro che negano il Covid, o dicono che è già passato e se c’e è un complotto, quasi sicuramente cinese, per farci schiavi tramite le mascherine. È un tale livello di stupidità, che francamente non meriterebbe attenzione, se non fosse che così fa sembrare statisti quei governanti che statisti non sono affatto e che alla fine sono i negazionisti più pericolosi, perché mascherati da regole assurde.

La conferenza governo regioni, il vero governo di unità nazionale che ha gestito tutto il Covid al di là delle finzioni dei vari partiti, ha deciso che sui mezzi pubblici, in vista dell’apertura delle scuole, si potrà raggiungere un affollamento dell’80%. Non il 79, non l’81, ma proprio in mezzo.
È chiaro che chi ha deciso questa norma sugli autobus ci gira poco. Come si fa a garantire che alle ore di punta un posto su cinque resti vuoto? E quelli in piedi come funzionano? E l’autista, che deve anche guidare e stare attento a tutto come fa a organizzare le presenze, magari non facendo salire il 20 se l’80 è già sopra?

Ridicolo, la verità è che governo e regioni vogliono stabilire una norma qualsiasi per far vedere che sono seri, poi se essa non verrà rispettata sarà colpa del destino o della imprudenza delle persone. Hanno fatto così durante tutto il lockdown: norme estesissime e poi deroghe ancora più vaste a seconda dei casi. Non hanno fatto la zona rossa a Nembro, perché così voleva Confindustria, e ora mandano i primi banchi monoposto lì, confondendo scuole con fabbriche. E chissà cosa succederà nelle scuole dove la sola misura vera contro l’affollamento, dimezzare le classi e costruire veri turni, non è stata presa. È probabile che alla fine le tante regole saranno come quelle degli autobus: fatte per non funzionare. Del resto neppure sui trasporti è stata presa la sola decisione seria: acquistare autobus ed assumere autisti.

Il governo e le regioni fanno severe raccomandazioni alla popolazione, ma poi stabiliscono regole elastiche che si allungano e si accorciano a seconda delle convenienze economiche e di potere. Come quando si inseguivano i corridori solitari nei parchi, ma non si controllavano le fabbriche.
A parole i governanti sono contro i negazionisti, ma negazionisti poi lo sono nei fatti, a meno che non credano davvero che lasciando un posto vuoto su cinque in autobus si salvaguardi la salute, perché anche il virus in fondo rispetterà le regole, soprattutto quelle più stupide.

Notizia del:

“Socialismo o Barbarie confessa Trump”

Socialismo o Barbarie confessa Trump

Socialismo o Barbarie confessa Trump
di Giorgio Cremaschi

Nel suo discorso elettorale alla convenzione del suo partito Donald Trump, dopo aver chiamato alle armi la peggiore feccia fasciorazzista del paese, dai suprematisti bianchi ai fanatici del libero mitragliatore in libera folla; dopo aver innalzato lo stendardo dei reazionari di ogni epoca: legge e ordine; dopo aver dato via libera ad una criminale diffusione senza sperimentazione del vaccino Covid ( a proposito che dicono i novax suoi fan); dopo aver assunto la rappresentanza dell’ America bianca ricca e rancorosa verso il mondo, il presidente USA ha lanciato il suo slogan centrale: la scelta è tra sogno americano e socialismo.

È vero, anche se il socialismo non è certo il burocrate incolore Biden. È vero che il “sogno americano” in realtà è un incubo razzista, violento, sfruttatore fondato sul dominio dei ricchi che imbrogliano tutti gli altri facendo credere che prima o poi toccherà anche a loro.

È vero che il capitalismo liberale è morto ucciso dalla sua stessa creatura, la globalizzazione, e che ora il solo capitalismo reale in campo, negli USA prima di tutto, è quello fascista e razzista.

È vero, la pandemia e la crisi sociale hanno posto l’umanità di fronte ad un bivio e negli USA del dominio assoluto del privato e dei soldi questo bivio è giunto prima. Comunque vadano le elezioni di novembre, l’alternativa nata nelle rivolte del popolo di Black lives matter contro la violenza razzista del sistema, quell’alternativa è posta e andrà avanti.

Come ha confessato Trump quell’alternativa è tra socialismo o sogno americano, cioè tra SOCIALISMO O BARBARIE.

Notizia del:

Estrattivismo pandemico

logo-comune

Newsletter

Estrattivismo pandemico. III parte

Estrattivismo pandemico. III parte
Dalla Cordigliera andina all’Amazzonia, il Perù è uno dei dieci paesi del mondo con il maggior tasso di bio-diversità. Chi specula sul virus lo sta trasformando legalmente in uno Stato di polizia minerario. La terza puntata di una grande inchiesta internazionale

Per la prima volta il mare

Per la prima volta il mare
Ci sono voluti ben 32 anni della sua esistenza perché Samah, giovane vedova, potesse scoprire che l’acqua del mare ha lo stesso sapore salato delle sue lacrime. Come lei, molte altre centinaia di palestinesi della Cisgiordania hanno visto, per la prima volta nella loro vita, qualche settimana fa le onde di una spiaggia. È quella di Jaffa, uno dei porti più antichi del mondo, oggi inglobato dall’espansione urbana di Tel Aviv. Quei palestinesi sono stati lasciati entrare “illegalmente” nella loro terra attraverso un passaggio nel muro dell’apartheid. Sulle ragioni di questa sorprendente “generosità” da parte delle autorità israeliane, ci sono molte e diverse ipotesi (Zeitun riporta qui quella argomentata da Shir Hever Nadia e Nasser-Najjab su MiddleEastEye). Quel sembra però purtroppo certo è che essa precede di poco una nuova ampia offensiva di guerra contro Gaza. Qui vi proponiamo, comunque, lo straordinario racconto (e le meravigliose immagini) di quella prima volta sulla spiaggia per tante persone che ha fatto Dareen Tatour, poetessa, fotografa e film-maker, cittadina israeliana della minoranza palestinese, condannata a tre anni di detenzione per aver scritto e fatto circolare una poesia: “Resist, My People, Resist Them”. Una testimonianza molto emozionante e davvero imperdibile per chi ha voglia di capire davvero quel che quasi mai le parole sono capaci di raccontare della tragedia che si consuma ogni giorno nella terra più amata

Per nominare l’innominabile

Per nominare l'innominabile
«Considerato “naturale” per la donna, tanto il generare la vita quanto averne cura (allevarla, crescerla, sostenerla materialmente e psicologicamente senza limiti di tempo) – scrive Lea Melandri – sembra impossibile pensare che la maternità riservi ostacoli, ripensamenti, ambivalenze inaspettate per la donna…». Viviana, Gioele e una quotidianità che si dà per scontata

Quando i matti divennero liberi

Quando i matti divennero liberi
Quarant’anni fa moriva Basaglia. Tutto è stato scritto, troppo è stato dimenticato

Il sogno di Maria Montessori

Il sogno di Maria Montessori
Centocinquanta anni fa nasceva Maria Montessori. Ha portato grandi rivoluzioni nel campo dell’educazione (a cominciare dal suo “aiutami a fare da solo”) perché era capace di grandi visioni. Già nel 1936 quando il mondo stava per precipitare nella catastrofe della seconda guerra mondiale, sosteneva come non avessero più ragione di esistere le singole nazioni con i loro confini

La scuola del territorio

La scuola del territorio
Ci sono almeno due cose da non fare a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico: usare l’espressione distanziamento sociale e parlare di programmi da recuperare. Tra quelle da fare? Immaginare e sperimentare una scuola fuori dalle aule: visitare fabbriche, fare lezione nei cortili e nei parchi, imparare a fare il pane in un forno, fare un giornale con e per il territorio… Già, “un territorio che va conosciuto, amato, coccolato, protetto – scrivono Maristella Borlenghi e Roberto Lovattini, insegnanti – e che ci dà la possibilità di tanti lavori interdisciplinari”

Ascolto, ricerca e utopia

Ascolto, ricerca e utopia
Verso il 26 settembre di Priorità alla Scuola

Scuola, bellezza e territorio

Scuola, bellezza e territorio
Possiamo pensare la scuola come luogo di stupore e pensiero critico
benvenutiovunque-4
Benvenuti ovunque, testata interna a Comune, dedicata al migrare e all’affermazione della libertà di movimento, è curata con la Rete dei Comuni Solidali. È possibile iscriversi alla Newsletter di Benvenuti ovunque cliccando qui

Una politica per l’Antropocene

Una politica per l’Antropocene
Abbiamo bisogno di un immaginario comune, di una cosmovisione

Se s’incendia il Chiapas

Se s'incendia il Chiapas
La guerra a bassa intensità contro gli zapatisti vicina a un cambio di passo
facebook twitter instagram

Notizie da Pressenza IPA: [Honduras] Non esiste società che si possa costruire sulla base dell’oblio e dell’impunità

Pressenza

Notizie da Pressenza IPA – 01.09.2020

[Honduras] Non esiste società che si possa costruire sulla base dell’oblio e dell’impunità

Giorgio Trucchi, Managua, Nicaragua

Pressenza

America Centrale, Diritti Umani

Gli eco-attivisti di XR contro la ExxonMobil

The Ecologist

Pressenza

Ecologia ed Ambiente, Europa

Sgombero campo Rom di Torino: qual è il punto di vista delle persone Rom?

Fabrizio Maffioletti, Torino

Pressenza

Diritti Umani, Europa, Interviste, Migranti, Politica

Cambiamento del ciclo lunare del Popolo Nazione Charrúa e interculturalità

Annalisa Pensiero, Ciudad de Buenos Aires, Argentina

Pressenza

Popoli originari, Sud America

Jacob Blake, preso a colpi di pistola dalla polizia

Amy Goodman, New York City

Pressenza

Diversità, Nord America, Opinioni

Bolivia e Honduras: la storia si ripete

Verónica Zapata, La Paz, Bolivia

Pressenza

Politica, Questioni internazionali, Sud America

Segreti commerciali e catastrofe climatica

The Ecologist

Pressenza

Ecologia ed Ambiente, Economia, Opinioni, Politica

Il momento della verità della geotermia elettrica

Redazione Italia

Pressenza

Comunicati Stampa, Ecologia ed Ambiente, Europa

La società della cura: l’università estiva di Attac 2020

Attac Italia, Cecina Mare (LI)

Pressenza

Comunicati Stampa, Europa, Politica

Tribunale di Roma accoglie tesi Unione Inquilini, non si sfratta chi non ha ricevuto ammortizzatori sociali

Redazione Roma, Roma

Pressenza

Comunicati Stampa, Diritti Umani, Europa

Pressenza Agenzia stampa internazionale per la pace, la nonviolenza, l’umanesimo e la nondiscriminazione con sedi a Atene, Barcellona, Berlino, Bordeaux, Bruxelles, Budapest, Buenos Aires, Firenze, Madrid, Manila, Mar del Plata, Milano, Monaco di Baviera, Lima, Londra, New York, Parigi, Porto, Quito, Roma, Santiago, Sao Paulo, Torino, Valencia e Vienna.
Pressenza Facebook Pressenza Twitter Pressenza Youtube
Annullare l’iscrizione

[Superando.it] Gli articoli di oggi – 1 settembre 2020

La necessità di mantenere alta l’attenzione sulle Malattie Rare
In uno scenario come quello della pandemia da coronavirus, in cui i problemi dei Malati Rari sono aumentati in modo esponenziale e con il rischio concreto, riguardante anche il mondo della ricerca, che le Malattie Rare passino del tutto in secondo piano, l’Intergruppo Parlamentare delle Malattie Rare ha deciso di elaborare – in un documento condiviso da una rappresentanza ampia e competente di Associazioni – una “Relazione programmatica” sul tema, che verrà presentata il 9 settembre, durante una conferenza stampa online, realizzata in collaborazione con l’OMAR (Osservatorio Malattie Rare)
(continua…)

Un taxi gratuito, via terra e… via mare
«Via terra e via mare, per il tempo libero, la vacanza, lo sport oppure anche solo per fare shopping: “Tassibile” è tutto quello che può fare un taxi, ma lo fa gratuitamente, e anche via mare!»: è stato lanciato così, dall’Associazione grossetana Tutto Possibile, il progetto “Tassibile”, consistente appunto in un servizio gratuito fornito da un pulmino attrezzato per ogni forma di disabilità, che copre il territorio della Provincia di Grosseto ed è completato da un’imbarcazione pure accessibile, che consente alle persone con disabilità di partecipare ad escursioni in mare
(continua…)

Risposte positive alla protesta sui farmaci salvavita per l’epilessia
Le positive risposte ricevute dal Ministero della Salute e dall’Agenzia Italiana del Farmaco sia sulle criticità riguardanti alcuni farmaci salvavita per l’epilessia, sia sulle proposte di soluzioni universalistiche concernenti altre patologie croniche e invalidanti, hanno portato la Presidenza dell’AICE (Associazione Italiana Contro l’Epilessia), affiancata dall’ANFFAS e dalle Società Scientifiche SINP e SINPIA, oltreché supportata dalle Federazioni FAND e FISH, a sospendere la propria iniziativa di sciopero della fame
(continua…)

Prestigioso premio internazionale per il cortometraggio della FISH “O L T R E”
«Un cortometraggio rivolto soprattutto a chi di disabilità ne sa poco o nulla e che magari pensa ad una condizione inconciliabile con il lavoro»: così la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che lo aveva prodotto nell’àmbito del progetto “JobLab”, aveva presentato il cortometraggio di Ari Takahashi “O L T R E – oltre il pregiudizio / oltre la disabilità”. E oggi quel cortometraggio ha vinto ben due Premi al Merito, con tanto di menzione speciale, all’“Accolade Global Film Competition” di Los Angeles, concorso internazionale quanto mai prestigioso
(continua…)

Stage lavorativi a Barcellona, per ventisei giovani con sindrome di Down
È stato approvato il nuovo progetto targato AIPD (Associazione Italiana Persone Down), denominato “Lavorando per lavorare”, che durerà ventiquattro mesi, prevedendo flussi di stage lavorativi di tre settimane nel settore alberghiero per ventisei giovani con sindrome di Down accompagnati dagli educatori delle loro tredici Sezioni AIPD di appartenenza. Gli stage si svolgeranno in Spagna, a Barcellona, presso l’Ostello Inout dell’Associazione Icaria Iniciatives Socials e partiranno dopo il mese di ottobre
(continua…)

Quelle persone con disabilità devono ricevere tutte l’Assegno di Cura
«In realtà non è affatto risolta la lunga vicenda di quell’Ambito Sociale della Campania in cui da tempo le persone con disabilità non ricevono l’Assegno di Cura. Le persone beneficiarie, infatti, dovrebbero essere quarantanove, mentre solo per ventitré di loro si sta procedendo alla liquidazione di quanto dovuto»: a denunciarlo è la Federazione FISH Campania, il cui presidente Romano garantisce l’impegno della propria organizzazione, «fino a quando tutte le persone con disabilità non avranno ricevuto l’Assegno di Cura»
(continua…)

Una campagna sulle discriminazioni multiple delle donne con disabilità
Nell’àmbito della più ampia iniziativa denominata “Violenza sulle donne. In che Stato siamo?”, l’organizzazione D.i.Re (Donne in rete contro la violenza) ha lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione centrata sul tema “Donne con disabilità e discriminazioni multiple”, iniziativa rivolta alla popolazione e alle Istruzioni, che si protrarrà fino all’8 marzo del prossimo anno
(continua…)

Per una scuola nuova, che sia come un “vestito su misura”
«Attendiamo con fiducia la ripresa della scuola a settembre – scrive Edda Calligaris, presidente dell’ANFAMIV (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi) -, immaginando che la riflessione su quanto è accaduto, nel male e nel bene, dia frutti che ci pongano di fronte a una scuola nuova, dove i bambini e i ragazzi con disabilità siano posti in primo piano, una realtà che sia come un “vestito su misura”, capace di informare formando e soprattutto di educare (ossia di “portare fuori”), di attivare le risorse palesi e nascoste che si trovano dentro ogni bambino o ragazzo»
(continua…)

È inaccettabile risparmiare su quei dispositivi medici salvavita
Le Associazioni FINCOPP e AIMAR, insieme ad altre organizzazioni e a tante persone costrette al cateterismo a intermittenza, ritengono inaccettabile la gara di appalto al ribasso indetta dalla Regione Lazio, per fornire cateteri vescicali a migliaia di persone con disabilità che utilizzano tali presìdi salvavita. In tal modo, infatti, l’operatore che vincerà l’appalto avrà il monopolio di fornitura per quarantotto mesi, e per le persone non sarà più possibile avere la libera scelta del catetere ritenuto migliore
(continua…)